L’acqua un bene pubblico? Non più! Napoli, senza consumazione un bicchiere d’acqua costa 20 centesimi.

L’acqua un bene pubblico? Lo è sempre stato ma sembra proprio che alcuni commercianti se ne siano dimenticati , accecati da una sete di guadagno ora anche un bicchiere d’acqua si deve pagare.

Napoli, sembrava non aderire alla cerchia dei bar che hanno deciso di mettere in vendita anche un bicchiere d’acqua , ma la notizia arrivata questa mattina  ci informa che presso la circumvesuviana di Napoli è stato affisso un cartello con la scritta: “ bicchiere di acqua si paga alla cassa , 20 cent”.

A dare la notizia è stato un lettore del Mattino che non condividendo la scelta del bar ha subito protestato utilizzando l’applicazione whatsApp  pubblicando il seguente messaggio: «Al bar, nei pressi della stazione della Circumvesuviana di Napoli. L’acqua di Napoli non era bene pubblico? Da quando anche a Napoli si paga un bicchiere d’acqua? Dal nord prendiamo solo le cattive abitudini».

Sembra quasi una scelta fatta apposta per spingere alla consumazione poiché oagando regolarmente una qualsiasi cosa , il bicchiere d’acqua non viene messo in vendita , ma servito accanto alla consumazione.

Abbiamo tanto criticato questa tendenza nata al Nord , professando che l’acqua è un bene che non va mai negato ed ora è proprio Napoli a mettersi al centro delle critiche . Sarà che il commerciante si sia reso conto che molte persone approfittavano della gentilezza e senza consumazione chiedevano di continuo un bicchiere d’acqua , ma  c’è anche da dire che in molti bar se si compra una bottiglietta d’acqua la si paga al prezzo di un intera confezione, ma nessuno mai ha apposto un cartello che protestasse contro . Qindi Se pur è stata una scelta per mettere fine alla mala fede dei consumatori , è stata considerata una bassezza disumana poiché mettere un prezzo per un bicchiere d’acqua è un gesto che non appartiene all’umanità e alle caratteristiche del popolo Napoletano.

Previous il 18 GIUGNO VA IN SCENA LA PRIMA EDIZIONE DEL TOUR AL BUIO NEL CENTRO STORICO DI NAPOLI
Next Tav ad Afragola, cattedrale nel deserto?A confronto De Luca e De Magistris.

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

CLAIMS SALUTISTICI E NUTRIZIONALI IN ETICHETTA, MA I PRODOTTI TIPICI DEL SUD SONO AL PALO.

I claims nutrizionali e salutistici in etichetta, previsti dal Reg. UE n. 1924/2006 e dal successivo 432/2012, hanno consentito al sistema del food europeo, negli ultimi anni, un deciso passo

Approfondimenti

NAPOLI , LA STAZIONE MUNICIPIO SARA’ IL PIU’ GRANDE SCAVO ARCHEOLOGICO D’EUROPA

Lo scavo archeologico più grande d’Europa: è ancora un cantiere aperto, ma la metrò dell’arte progettata da Alvaro Siza e Edoardo Souto de Mour per Piazza Municipio riesce già a

Approfondimenti

Apple, deposita brevetto per fare del display uno specchio

Un brevetto per trasformare gli schermi di iPhone e iPad in specchi, da Apple all’ufficio brevetti statunitense, è stato pubblicato da pochi giorni e chissà se in futuro potrà essere

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi