L’ARTE SI UNISCE ALLA TECNOLOGIA GRAZIE A BUSKER, L’AUTOMA-ARTISTA

Anche la pittura e l’arte possono subire l’avvento della tecnologia. Lo dimostra Busker, l’automa-artista sviluppato a partire dal Duemilaquindici da Paolo Gallina, professore di meccanica applicata e robotica all’Università di Trieste. Tuttavia, la macchina provvederà a realizzare l’opera sulla base di una serie di algoritmi, come spiega Lorenzo Scalera, lo studente che insieme al professore segue il progetto fin dall’inizio:

In assoluto, Busker non è il primo robot-pittore inventato, ma lo è per quanto riguarda l’utilizzo degli acquarelli a gouache. L’obiettivo del suo ideatore, peraltro, è quello di realizzare una piena collaborazione fra uomo e macchina, laddove ognuno abbia la sua parte pienamente riconoscibile nel risultato finale

Previous TRATTATIVE "GIAMAICA": MARTIN SCHULZ DOVRA' SPIEGARE AL PRESIDENTE STEINMEIER PERCHE' IL SUO PARTITO RIFIUTA L'OPZIONE DI UNA GROSSE KOALITION IN GERMANIA
Next DAL PARCO DEI MURALES DI PONTICELLI PARTE IL TERZO SOCIAL TOUR DI STREET ART

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

Terra dei fuochi. Uno screening genetico permanente sui bambini

Uno screening genetico permanente sui bambini della Terra dei Fuochi. E’ il monito  degli oncologi riunitisi al Centro Polispecialistico di Torre Annunziata in occasione del workshop sull’oncologia personalizzata coordinato da

Approfondimenti

ORARI SERALI E SU PRENOTAZIONE, PARRUCCHIERI E CENTRI ESTETICI PENSANO AL POST COVID

E’ una delle riaperture più attese, dopo tanti giorni di quarantena in casa e di estetica fai da te, tagli improvvisati, ritocchi teleguidati dai parrucchieri online, smalto unghie sistemato alla

Approfondimenti

MINORI, ALLARME INCESTI E ABUSI SESSUALI IN CAMPANIA. IL GARANTE: NORMALITA’ IN CERTE ZONE.

“Abbiamo testimonianze dirette e indirette, che ci sono intere zone” in “quartieri molto critici” in cui “l’abuso sessuale, l’incesto, è elevato a normalità”. Maltrattamenti invisibili, violenze sommerse subite tra le

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi