Lavoro, la disoccupazione rimane alta a Napoli ma crescono nuove professioni

job (1)

he l’Italia non se la passi benissimo dal punto di vista lavorativo è un dato assodato, soprattutto negli ultimi anni. Complice una crisi economica devastante, i disoccupati aumentanoesponenzialmente soprattutto al sud e in particolar modo a Napoli. Il capoluogo campano fa registrare un preoccupante 24,6%, lievemente sopra la media regionale che sia attesta sul 21,7%. Un dato peggiore è stato registrato soltanto in Calabria e Sicilia, sebbene nell’ultimo anno la media nazionale abbia fatto registrare un aumento dell’occupazione dello 0,4%.

L’altra faccia di questa infelice medaglia riguarda la nascita di nuove professioni, specie quelle digitali, che sono cresciute tra il 20 e il 27% soltanto nell’ultimo anno. Ecco una panoramica dei profili più ricercati nel 2014:

E-commerce manager: si tratta di un responsabile del canale di vendita online, e ad alti livelli può garantire un’entrata che raggiunge i 100.000€ all’anno.

Web-marketing-manager: tradotto in italiano equivale al responsabile dello sviluppo delle strategie di marketing sui nuovi media. Dopo 12 anni di lavoro si può arrivare a produrre 85.000€ di reddito annui.

Seo/Sem manager: con questa sigla si indica il responsabile del coordinamento delle attività atte a migliorare il posizionamento del sito internet aziendale all’interno dei motori di ricerca. Per questa professione è richiesta un’ottima capacità di analisi dei dati e di gestione dei budget aziendali oltre ad una profonda conoscenza dei motori di ricerca.

Psicologo del lavoro: una delle figure più interessanti che si sta facendo largo negli ultimi anni. Psicologia del lavoro è una branca della facoltà di psicologia che consiste in una laurea triennale e oltre ad offrire opportunità di lavoro in campo aziendale, garantisce importanti sbocchi universitari come ricercatore e docente.

Chief technology officer: conosciuto anche sotto l’acronimo di CTO, si tratta di un manager esperto in tecnologie che riesce ad identificare le possibili applicazioni in campo aziendale.

Previous Whirlpool-Indesit: l'azienda conferma i 1350 esuberi
Next Liberarsi dalla necessità del carcere. A Poggioreale la finale di calcetto

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

VINSANNIO FESTIVALART: IL PAESAGGIO VITIVINICOLO E’ UNA SFIDA DA AFFRONTARE INSIEME. UNA RIFLESSIONE SIGNIFICATIVA DAL CONVEGNO DELLE CITTA’ DEL VINO SANNITE!

 Forte partecipazione al convegno che si è tenuto lo scorso sabato al Castello di Guardia Sanframondi, in provincia di Benevento, dove si è realizzato l’incontro tra le città del vino sannite che

Economia e Welfare

Il Governo stanzia 27 milioni di euro per il rilancio di Bagnoli. Sarà la volta buona?

Bagnoli sembra un pugile che pur subendo colpi nei fianchi fino a farle mancare il fiato, resiste nella sua fierezza e la propria dignita’ di restare ancorata a quel gong

Economia e Welfare

LA SVIZZERA È IL PAESE CON I SALARI PIÙ ALTI D’EUROPA

La Svizzera è il paese con i salari più alti d’Europa, si piazza davanti alla Norvegia  e alla Danimarca. All’ultimo posto c’è la Bulgaria. A gennaio 2015 dieci Stati europei

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi