LE FAKE NEWS SECONDO LA COMMISSIONE EUROPEA SONO: ” MINACCIA REALE ALLA STABILITA’ E ALLA COESIONE DELLE SOCIETA'”

La manipolazione di quella che è l’opinione pubblica attraverso i social e tutto ciò che passa attraverso la gabbia dorata del web apportando all’utente, ignaro, le fake news “è una minaccia reale alla stabilità e alla coesione delle nostre società”,  sottolineando come  ci sono “attori stranieri,  e in particolare la dottrina militare della Russia riconosce esplicitamente la disinformazione nella sua strategia di guerra”. Per quanto concerne quelle che è l’informazione pura, sviscerata dalla falsità delle notizie, bisogna adottare delle misure per i social network da Facebook a Twitter che e aiutino  a sostenere quella che è definita  l’informazione di qualità, nonchè la nascita della prima piattaforma targata Ue per fact-checkers ‘certificati’.

Tra le misure a cui mira  la Commissione Ue, i social dovranno controllare  meglio il fenomeno del click-baitingridurre le opzioni di targeting centrato  per il marketing politico, aumentare gli sforzi per chiudere i profili falsie dei troll e identificare i bots che diffondono disinformazione. Inoltre dovrà essere facilitata la valutazione degli utenti delle fonti affidabili e dei contenuti di qualità e messi a punti strumenti per poter segnalare online le fake news, facilitare l’accesso a contenuti che rappresentano punti di vista differenti e consentire ai ricercatori di analizzare le dinamiche della disinformazione sui social e il funzionamento degli algoritmi. L’Europa mira a “orizzontali per rispondere ai fallimenti di mercato che danneggiano la sostenibilità del giornalismo di qualità oltre a misure di sostegno per attività specifiche come formazione giornalistica, innovazione di prodotti e servizi di informazione“. Quindi in un mondo che mira alla purezza dell’informazione nel mondo delle comunicazioni è importante farsi carico degli algoritmi che compongono la rete, pensare a un mondo che cresca nella chiarezza di ciò che si comunica all’altro.

 

Previous Napoli,sì approva il bilancio di previsione del 2018
Next UN MINI- CUORE ARTIFICIALE SALVA LA VITA AD UNA BIMBA DI 3 ANNI CHE RISCHIA DI MORIRE

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Napoli città aperta, De Magistris sfida Salvini. Prosegue la polemica a distanza

“Solo chi non osa non sbaglia”, soleva dire Henry Ford. Potremmo partire da qui per identificare l’operato di Luigi De Magistris da quando, è alla guida di Palazzo San Giacomo.

Qui ed ora

Teatro Mercadante: Adriano Giannola licenziato con troppa fretta

La vicenda del Teatro Mercadante è ormai al centro di tutte le cronache napoletane. Tutto è iniziato da alcune assunzioni, avvenute a seguito di un concorso, che sono sembrate sospette

Qui ed ora

Napoli.Corno, decide conferenza dei servizi .Da Italstage no a Stazione Marittima, resta ipotesi Plebiscito

Giorni decisivi in arrivo per il destino del “Corno”, la nuova installazione di Italstage per il Natale a Napoli, dopo l’esperienza di “Nalbero” del 2016. Dopo aver appreso dell’orientamento negativo

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi