LE MIGRAZIONI QUALIFICATE IN ITALIA. 400mila LAUREATI VIVONO ALL’ESTERO

Le migrazioni qualificate in  Italia”, di cui proponiamo questo schema di lettura:

 

  • Aumenta il numero dei laureati italiani che emigrano all’estero (23mila nel 2015);
  • Attualmente su 4.811.000 cittadini italiani residenti all’estero, i laureati hanno superato le 400mila unità;
  • Mentre sono pochi i laureati italiani che rimpatriano, è aumentato il numero dei laureati stranieri residenti in Italia (circa 500mila);
  • Purtroppo, i laureati residenti in Italia (12,9% tra gli italiani e 10,3% tra gli stranieri secondo l’Istat)  e i diplomati (35,2% tra gli italiani e 39,7% tra gli stranieri) sono al di sotto della percentuale delle persone con istruzione superiore riscontrabile mediamente nell’UE;
  • Preoccupa anche il fatto che le persone con questi livelli di istruzione e formazione non trovano uno sbocco adeguato nel mercato occupazionale;
  • Ne deriva, pertanto, la necessità di maggiori investimenti in istruzione, ricerca e sviluppo (eguagliando la media Ue) al fine di normalizzare gli spostamenti dei lavoratori qualificati, rendere il mercato occupazionale più attrattivo e inserirvi in maniera appropriata anche gli stranieri qualificati.

 

 

 

Centro Studi e Ricerche IDOS

Previous 2 GUERRA MONDIALE: I TEDESCHI SALVANO IL "BOIA DI MARZABOTTO". SDEGNO TRA LE VARIE PERSONALITA' POLITICHE
Next Il MADRE INAUGURA LA MOSTRA DI CAMILLE HENROT LUNA DI LATTE

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

STORIA DI SAN PAOLINO DA NOLA : IL PROTETTORI DEI CAMPANARI NAPOLETANI

Oggi , la Chiesa Cattolica celebra San. Paolino da Nola, protettore dei giardinieri e dei campanari. Paolino nacque nel 355 a Bordeaux, dove il padre era funzionario imperiale. Discendeva infatti da

Approfondimenti

NAPOLI ,RIAPERTURA DELLA NUOVA FUNICOLARE CENTRALE

Sono terminati  i lavori di manutenzione della Funicolare Centrale di Napoli.La riapertura è prevista per la prima metà di Luglio ,dopo aver portato a termine i vari collaudi tecnici e

Approfondimenti

PEDICINI(MOV5STELLE):”RIFIUTI E TERRA DEI FUOCHI IN CAMPANIA,LA SITUAZIONE E’ GRAVE E CI SONO DUE PROCEDURE D’INFRAZIONE IN CORSO.”

  “La Campania e le aree della Terra dei fuochi sono sottoposte a due procedure d’infrazione a causa della presenza di discariche abusive e di una non corretta gestione dei

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi