Liberazione per Immobile. Qualificazioni: Finlandia-Italia 1-2, Azzurri vicinissimi a Euro 2020

Nella 6a giornata di qualificazione a Euro 2020, l’Italia batte 2-1 la Finlandia e rimane saldamente in vetta al gruppo J a punteggio pieno: ora per la matematica certezza di approdare alla fase finale mancano 4 punti nelle prossime 4 gare, una formalità. A Tampere azzurri avanti al 59′ con un colpo di testa di Immobile, che non segnava in azzurro da 2 anni. Pukki trova il pari su rigore (72′) e sempre dal dischetto Jorginho regala i 3 punti a Mancini (79′).

Resoconto:  L’Italia di Mancini non sbaglia un colpo, fa bottino pieno anche in Finlandia e può così cominciare il conto alla rovescia per la qualificazione all’Europeo del prossimo giugno. A Tampere, contro la seconda forza del girone che aveva perso solo all’esordio contro gli Azzuri, arriva la sesta vittoria in altrettante uscite e ora sono sufficienti solo 4 punticini per staccare il meritatissimo pass. Rispetto alla sfida contro l’Armenia, Mancini cambia cinque undicesimi della formazione titolare: in difesa Izzo e Acerbi prendono il posto di Florenzi e Romagnoli, a centrocampo c’è Sensi per lo squalificato Verratti, mentre in attacco Immobile è preferito a Belotti e Pellegrini a Bernardeschi. Ci mettono un po’ a carburare gli Azzurri che nei primi 25′ fanno fatica a ripartire: sebbene di pericoli veri e propri non ne procurino, i padroni di casa si fanno spingere dai propri tifosi che hanno gremito lo stadio di Tampere. Poi Bonucci e compagni prendono le misure con il passare dei minuti, arrivano sempre per primi sulle seconde palle e le occasioni cominciano a fioccare. Sensi dà la scossa, ma Hradecky toglie le ragnatele dall’incrocio e poi è sempre attento su Immobile e Chiesa. L’inizio ripresa sembra sulla falsariga del primo tempo, fino a quando Chiesa non accelera e mette in area un cross teso deviato da Arajuuri che involontariamente accomoda per Immobile: nel suo colpo di testa c’è tutta la rabbia (che si trasforma in gioia) per i due anni a secco con la Nazionale. La Finlandia, eccessivamente guardinga e scesa in campo per non prenderle, a questo punto alza il baricentro e si riversa nella nostra metà campo. Gli scandinavi rientrano in partita grazie all’errore del migliore (fino a quel momento) dei nostri: Sensi sbaglia un disimpegno e poi nel tentativo di recuperare stende Pukki. L’attaccate del Norwich non perdona Donnarumma. Entrano anche Bernardeschi e Belotti, ma ci vuole un regalo dell’arbitro Madden per tornare dalla Finlandia con il bottino pieno: Vaisanen respinge con il braccio attaccato al corpo un tiro di Barella e il fischietto scozzese indica il dischetto tra le proteste dei padroni di casa. Jorginho non sbaglia e ci porta con un piede e mezzo alla fase finale.

Gli azzurri vincono 2-1 grazie alle reti di  Immobile e Jorginho. Inutile il momentaneo pareggio dei finlandesi con Pukki. Gli azzurri ipotecano ...

Cosa rivelano alcune statistiche, ecco quanto evidenziato da “Linkabile”:

•    L’Italia ha collezionato sette vittorie di fila per la prima volta dal settembre 2003 in tutte le competizioni, quando il c.t. degli Azzurri era Giovanni Trapattoni.
•    L’Italia è andata a segno in sette match di fila in tutte le competizioni per la prima volta dal novembre 2016.
•    L’Italia ha trovato la vittoria in tutte le sei sfide disputate in trasferta contro la Finlandia in tutte le competizioni, segnando in cinque occasioni almeno due gol nel singolo incontro.
•    L’Italia non incassava un gol dagli 11 metri dall’amichevole contro la Francia del giugno 2018, quando dal dischetto andò a segno Griezmann.
•    L’Italia in tutte le sei gare vinte nelle qualificazioni ad Euro 2020 ha realizzato almeno due reti nel singolo match, incassando nel parziale soltanto tre gol complessivi.
•    L’Italia ha subito gol con l’unico tiro incassato nello specchio nella sfida contro la Finlandia.
•    Entrambi i gol realizzati da Jorginho con la maglia dell’Italia sono arrivati dal dischetto, sotto la guida di Roberto Mancini – la prima rete risale al settembre 2018, contro la Polonia.
•    Ciro Immobile ha trovato la sua prima rete con la Nazionale durante la gestione di Roberto Mancini; l’attaccante non andava a segno in azzurro dal settembre 2018 (1-0 vs Israele).
•    Leonardo Bonucci ha raggiunto Alessandro Del Piero al 10° posto nella classifica presenze all-time con la maglia della Nazionale italiana – entrambi a quota 91.
•    La Finlandia non trovava il gol contro l’Italia dall’ottobre 1977 in tutte le competizioni.

Previous Governo, Zingaretti: “A Conte chiediamo lealtà e saremo leali. Domani nasce nuovo esecutivo, adesso in Italia si cambia tutto. E' tornato il tempo di rialzarsi in piedi."
Next Venezuela, forti tensioni con la Clumbia, Maduro schiera l’esercito lungo il confine colombiano.

L'autore

Può piacerti anche

Sport

NAPOLI , INSIGNE NELLA TOP TEN DEI GOL PIU’ BELLI DELLA CHAMPIONS LEAGUE

Il Napoli è nella compilation delle migliori rete della Champions League grazie a Lorenzo Insigne .L’attaccante azzurro è al nono posto della speciale classifica apparsa sul sito ufficiale della Uefa

Sport

STRISCIONI OFFENSIVI CONTRO DE LAURENTIS AD OPERA DEL GRUPPO “QUARTIERI SPAGNOLI”

Stamane dal punto di vista estetico non sara’ stato un bel vedere per i Napoletani, gli ornamenti addobbati dai pseudo-tifosi azzurri. Striscioni a caratteri cubitali e in bella mostra nei

Sport

CALCIO, EDISON CAVANI: “MI PIACEREBBE TORNARE A NAPOLI. VEDREMO ALLA FINE DEL MIO CONTRATTO COL PSG”

L’attaccante uruguaiano Edison Cavani, appena fresco di rinnovo con il club francese del Paris Saint Germain, durante un intervista rilasciata a “Sky Sport”  rivela interessanti scenari per il futuro, infatti

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi