LIBIA-ITALIA, IL VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO LIBICO CHIEDE ALL’ITALIA:” DI CESSARE IMMEDIATAMENTE LA VIOLAZIONE DELLA SOVRANITA’ LIBICA”

Il vice presidente del Consiglio presidenziale libico, Fathi Al-Mejbari, prende le misure dall’autorizzazione data da al Sarraj alla missione navale italiana, che rappresenta “un’infrazione esplicita dell’accordo politico e alla sovranità della Libia, e non esprime la volontà del Consiglio presidenziale del governo di intesa“. Lo riferisce il sito della Tv LibyaChannel.

Il vice presidente del Consiglio presidenziale libico Fathi Al-Mejbari chiede all’Italia “di cessare immediatamente la violazione della sovranità libica” e fa appello alla comunità internazionale e al Consiglio di Sicurezza Onu  perchè prendano una posizione sulla missione navale italiana. Al-Mejbari ha anche chiesto alla Lega Araba e all’Unione Africana di condannare  tale violazione, sostenendo e appoggiando la Libia.

Fathi Mejbari, vice presidente del consiglio presidenziale libico, si esprime così a riguardo: “rientrano nella dinamica di un dibattito interno libicoe non inficiano in alcun modo il rapporto di cooperazione tra i due Paesi“. Questo rapporto di cooperazione fra l’Italia e la Libia  è “mirato a potenziare la lotta contro i trafficanti di esseri umani e a rafforzare la sovranità libica, il tutto all’interno di una cornice giuridica certa“.

Mentrel’ambasciatore italiano a Tripoli, Giuseppe Perrone   si esprime così: “non fermano la missione italiana, già concordata con le legittime autorità libiche che fanno capo al Consiglio presidenziale sulla base di una sua richiesta.  Noi siamo interessati a operare d’intesa con tutti i libici se è possibile, e ovviamente con il generale Haftar. Quindi cercheremo il contatto anche con lui e faremo in modo di spiegare gli obiettivi di una missione che non è militare, ma di assistenza alle autorità libiche affinché possano esercitare la loro sovranità in tutto il territorio del Paese. Lo stiamo spiegando a tutte le autorità. È una missione che serve a rafforzare la sovranità libica, non a indebolirla“. aggiungendo che “La nostra è una strategia complessiva. Con la Guardia costiera libica, una parte. Lavoriamo al Sud anche con la Guardia di frontiera e con i Paesi vicini. L’obiettivo è che il traffico di esseri umani non entri proprio in Libia. Agiamo con sindaci del Sud e della costa perché ci siano alternative all’economia di questo traffico. Importante è anche migliorare le condizioni dei campi di accoglienza in Libia“. Sul rapporto con la Francia, il diplomatico dice: “Noi lavoriamo per raggiungere obiettivi condivisi: stabilità e riconciliazione nazionale”

Procede “regolarmente” la missione di ricognizione della nave italiana Comandante Borsini in Libiacon lo scopo di  preparare il campo, “su richiesta e d’intesa con la controparte”, alla vicina missione di supporto alla Marina e alla Guardia Costiera libiche.

Previous ONDATA DI CALDO : RECORD ANCORA IN CAMPANIA
Next Rischio chiusura per l'ospedale Don Bosco di Napoli.Intanto dal primo settembre chiude il pronto soccorso.Chi deve intervenire?

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

CONNESSIONI – sportello di ascolto gratuito per l’emergenza

L’associazione Oltre la tenda. Uno spazio per crescere per fronteggiare l’emergenza Covid-19 offre un servizio di primo ascolto gratuito e consulenze specialistiche gratuite online per chiunque ne avesse bisogno. I

Qui ed ora

Una vigilia di Natale nel nome della solidarietà

A Caserta la solidarietà ha il volto di un gruppo di volontari che ormai da cinque anni in occasione del Natale, con spirito di carità e di amore verso il

Qui ed ora

BERLUSCONI TUONA CONTRO IL M5S :”VI PORTERANNO VIA META’ PATRIMONIO “

Silvio Berlusconi, mai domo, torna alla carica e questa volta lo fa attaccando il M5S. Il fatto: mercoledì sera, in occasione della cena di compleanno di Renata Polverini (ex governatrice

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi