LIBIA-ITALIA, IL VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO LIBICO CHIEDE ALL’ITALIA:” DI CESSARE IMMEDIATAMENTE LA VIOLAZIONE DELLA SOVRANITA’ LIBICA”

Il vice presidente del Consiglio presidenziale libico, Fathi Al-Mejbari, prende le misure dall’autorizzazione data da al Sarraj alla missione navale italiana, che rappresenta “un’infrazione esplicita dell’accordo politico e alla sovranità della Libia, e non esprime la volontà del Consiglio presidenziale del governo di intesa“. Lo riferisce il sito della Tv LibyaChannel.

Il vice presidente del Consiglio presidenziale libico Fathi Al-Mejbari chiede all’Italia “di cessare immediatamente la violazione della sovranità libica” e fa appello alla comunità internazionale e al Consiglio di Sicurezza Onu  perchè prendano una posizione sulla missione navale italiana. Al-Mejbari ha anche chiesto alla Lega Araba e all’Unione Africana di condannare  tale violazione, sostenendo e appoggiando la Libia.

Fathi Mejbari, vice presidente del consiglio presidenziale libico, si esprime così a riguardo: “rientrano nella dinamica di un dibattito interno libicoe non inficiano in alcun modo il rapporto di cooperazione tra i due Paesi“. Questo rapporto di cooperazione fra l’Italia e la Libia  è “mirato a potenziare la lotta contro i trafficanti di esseri umani e a rafforzare la sovranità libica, il tutto all’interno di una cornice giuridica certa“.

Mentrel’ambasciatore italiano a Tripoli, Giuseppe Perrone   si esprime così: “non fermano la missione italiana, già concordata con le legittime autorità libiche che fanno capo al Consiglio presidenziale sulla base di una sua richiesta.  Noi siamo interessati a operare d’intesa con tutti i libici se è possibile, e ovviamente con il generale Haftar. Quindi cercheremo il contatto anche con lui e faremo in modo di spiegare gli obiettivi di una missione che non è militare, ma di assistenza alle autorità libiche affinché possano esercitare la loro sovranità in tutto il territorio del Paese. Lo stiamo spiegando a tutte le autorità. È una missione che serve a rafforzare la sovranità libica, non a indebolirla“. aggiungendo che “La nostra è una strategia complessiva. Con la Guardia costiera libica, una parte. Lavoriamo al Sud anche con la Guardia di frontiera e con i Paesi vicini. L’obiettivo è che il traffico di esseri umani non entri proprio in Libia. Agiamo con sindaci del Sud e della costa perché ci siano alternative all’economia di questo traffico. Importante è anche migliorare le condizioni dei campi di accoglienza in Libia“. Sul rapporto con la Francia, il diplomatico dice: “Noi lavoriamo per raggiungere obiettivi condivisi: stabilità e riconciliazione nazionale”

Procede “regolarmente” la missione di ricognizione della nave italiana Comandante Borsini in Libiacon lo scopo di  preparare il campo, “su richiesta e d’intesa con la controparte”, alla vicina missione di supporto alla Marina e alla Guardia Costiera libiche.

Previous ONDATA DI CALDO : RECORD ANCORA IN CAMPANIA
Next Rischio chiusura per l'ospedale Don Bosco di Napoli.Intanto dal primo settembre chiude il pronto soccorso.Chi deve intervenire?

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Terremoto in Indonesia, coppia di italiani di rientro: “Noi vivi per miracolo”

“Siamo vivi per miracolo“. Queste le parole di Mario e Carlotta, una coppia di italiani di rientro in Italia dalle vacanze in Indonesia, interrotte dal tragico sisma di due giorni

Qui ed ora

Napoli: parcheggia l’auto e trova un proiettile

Aveva parcheggiato la sua automobile vicino casa, in vico della Solitaria, a Napoli, lo scorso 28 aprile. E quando l’ha ripresa, ieri, ha scoperto un foro nel cofano: dopo i

Qui ed ora

MARIANNA FARESE(M5S):”PATTO PER LA CAMPANIA, BENEVENTO NUOVAMENTE PRESA IN GIRO DAL PD LOCALE”

Marianna Farese, candidata alla carica di sindaco del comune di Benevento, per il Movimento Cinque Stelle, è intervenuta in merito alla visita del presidente del consiglio Matteo Renzi a Napoli

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi