L’ISIS E’ STATO FAUTORE DI 6MILA CONDANNE A MORTE DAL 2014

Più di 6mila condanne a morte, per impiccagione, decapitazione e defenestrazione, dal 2014 da parte dell’Isis .

Dall’annuncio del califfato a guida del ‘califfo’ Abu Bakr al Baghdadi, , l’Ondus ha documentato 6.209 esecuzioni capitali inflitte dall’Isis in Siria a civili, miliziani rivali, soldati governativi. Dei 6.209 uccisi dalla “giustizia jihadista” in 55 mesi, 3.691 sono civili tra cui bambini, e 180 donne. Le regioni coinvolte sono quelle investite dal 2013 a oggi dalla presenza dell’Isis: Dayr az Zor, Raqqa, Hasake, Aleppo, Homs, Hama, Damasco, e la zona rurale di Damasco.
L’Ondus ha contato 930 vittime tra gli arabi sunniti di cui oltre 200 membri della tribù Shaytat, e 223 curdi; 467 membri di al Qaida, fazione rivale dell’Isis; 691 membri dello stesso Isis accusati di “spionaggio” e “tradimento”; 1.358 militari governativi siriani e miliziani sciiti lealisti, tra cui Hezbollah e Pasdaran iraniani.

Previous Giovedì 7 febbraio ore 17,30 presentazione libro su Pozzuoli aula magna chiesa di S.M. della Libera via Belvedere
Next Pensioni: Inps pubblica circolare, ecco i requisiti anticipo

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

Ancelotti furioso, che botta e risposta con Rizzoli sul Var!

Gli arbitri aprono: in nome della trasparenza sono pronti a spiegare decisioni ed episodi e forse a diffondere gli audio fra sala Var e arbitro in campo. Ma chiedono in

ultimissime

LA CONVENZIONE NAZIONALE DEL PD(1000 DELEGATI):COS’E’ E COME SI SVOLGE.

Domenica 9 aprile dalle ore 10:00 si terrà a Roma presso l’Hotel Ergife la Convenzione nazionale del Partito democratico (si possono seguire i lavori in diretta su www.unita.tv).  La Convenzione

ultimissime

Terremoto di Ischia, morte due donne, estratto bimbo di pochi mesi.Altre storie a lieto fine.39 feriti di cui uno gravissimo.

Da un lato il dolore, per le due donne morte, i tanti feriti, la distruzione. Dall’altro la felicità di aver sentito il pianto del piccolo di soli 7 mesi, tirato

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi