‘L’Olio delle Colline’: aperte le iscrizioni alla XIV edizione del Concorso Provinciale Le domande entro il 15 Gennaio 2019. Novità di quest’anno: analisi chimiche gratuite ai campioni di olio in gara e riconoscimenti per il miglior produttore di ogni Comune.

Sono aperte le iscrizioni alla XIV edizione del Concorso Provinciale ‘L’Olio delle Colline’, organizzato dal CAPOL, in collaborazione con l’ASPOL e il patrocinio della Provincia di Latina e della Camera di Commercio di Latina, al fine di promuovere l’olio extravergine di oliva Itrana di qualità e il territorio pontino; l’importanza della tradizione agricola, alimentare e culturale; la necessità di migliorare costantemente e commercializzare il prodotto.

La partecipazione è gratuita e rivolta a olivicoltori e produttori di olio nell’annata 2018/2010 in provincia di Latina, che possono ancora iscriversi fino al 15 gennaio. I dettagli nel Regolamento con relativa scheda di partecipazione. Contatti: 3291099593 – capol.latina@gmail.com. Gli incaricati del CAPOL preleveranno i campioni di olio in apposite bottiglie a garanzia della tracciabilità.

Quelli ammessi saranno sottoposti, in forma anonima, ad un esame organolettico ufficiale, a norma di legge, effettuato presso la Sala Panel della Camera di Commercio di Latina da una Giuria di assaggiatori iscritti agli Elenchi Regionali/Nazionale di tecnici e da esperti degli oli di oliva vergini ed extra vergini, coordinati dai Capo panel C.O.I. (Consiglio Olivicolo Internazionale) Giulio Scatolini e Luigi Centauri.

La Commissione di assaggio designerà i 3 vincitori di ogni categoria di fruttato (intenso, medio, leggero), redigendo due distinte classifiche: una per le aziende iscritte alla Camera di Commercio e una per le aziende non iscritte. Ai restanti finalisti sarà assegnata la ‘Gran Menzione’. A tutti gli iscritti saranno rilasciati l’attestato di partecipazione e la certificazione relativa all’analisi organolettica.

Contestualmente verranno conferiti altri riconoscimenti. Il premio ‘L’Itrana, prima dell’extravergine delle Colline’, riservato ai produttori di Olive da mensa ‘Gaeta’ e ‘Itrana Bianca’. Un’attenzione completa viene così riservata all’oliva Itrana, la cultivar autoctona pontina, caratterizzata dalla duplice attitudine nella triplice variante a due D.O.P. (olio extravergine d’oliva Itrana D.O.P. Colline Pontine e Oliva Itrana Gaeta D.O.P. da tavola).

Poi i premi ‘Olio Certificato D.O.P. Colline Pontine’, ‘Miglior Olio Biologico’ e ‘Migliore Confezione ed Etichetta’ ai primi 2 classificati per ogni sezione. Infine il premio Custode delle Colline ‘Paesaggi dell’Extravergine’, dato dalle 3 Commissioni di operatori qualificati del settore alle prime 3 aziende olivicole dei 3 comprensori montani – Lepini, Ausoni, Aurunci – che hanno dimostrato di operare nel rispetto dei requisiti agro-ambientali.

Per andare incontro alle difficoltà dell’ultima campagna olearia (mosca, lebbra, forti venti, gelate) che hanno danneggiando gli uliveti e causato gravi perdite nella produzione con un raccolto stimato intorno al 20-25% rispetto a quello dell’anno scorso, sono previste analisi chimiche gratuite ai campioni di olio in gara e riconoscimenti per il miglior produttore di ogni Comune

Previous Il mondo femminile a Cori Appunti sulla fondazione del monastero della Madonna del Buon Consiglio e San Giuseppe
Next Donna sfigurata, Papa chiede scusa

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

Samsung, presto uno smartphone pieghevole nel 2019

Samsung ha in programma di portare sul mercato uno smartphone con schermo pieghevole agli inizi del 2019.Il dispositivo pieghevole andrebbe a rappresentare il terzo top di gamma dell’azienda coreana, accanto

Officina delle idee

Sanremo: Fiorello a Jovanotti: ‘O fai il Festival o ti buchiamo le gomme’

“Prossimo anno lo faremo in due! Da Roma nord a Roma sud! Complimenti a @lorenzojova per questa meravigliosa avventura che ieri sera grazie a @raiplay_official abbiamo vissuto insieme!!”: Fiorello fa

Officina delle idee

CON LA BREXIT, I RICERCATORI ITALIANI PENSANO AL RITORNO IN PATRIA

I rapporti tra l’Ue e la Gran Bretagna dopo la Brexit e’ in una sorta di calma apparente dove neanche i maggiori analisti socio-economici riescono a dare precise stime sui

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi