L’omicidio di Mignano davanti alla scuola fu una faida tra clan: altri due arresti

Dopo i sette arresti di maggio, altre due persone, G.S. e G.B., sono state arrestate per l‘omicidio di Luigi Mignano, l’uomo che il 9 aprile è stato ucciso mentre stava accompagnando il nipotino a scuola nel rione Villa di Napoli. Ricostruite in maniera definitiva tutte le fasi dell’omicidio, che va contestualizzato nell’ambito della faida tra i clan Mazzarella e Rinaldi per il controllo delle attività illecite nell’area orientale del capoluogo campano. Le indagini, coordinate dalla Dda e scattate subito dopo l’agguato compiuto davanti a bambini e genitori, avevano consentito di fermare già il 4 maggio sette persone, elementi apicali e affiliati al clan D’Amico, articolazione del gruppo Mazzarella operante nel quartiere di San Giovanni a Teduccio.

Previous Istat: natalità sempre in calo. E quasi un figlio su tre nasce fuori dal matrimonio
Next Lvmh: accordo definitivo per l'acquisto di Tiffany

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Dal Teatro Mercadante all’Arlas, il volto di una Campania sempre più clientelare

Il sistema clientelare continua a far da padrone in Campania, viste le recenti polemiche, che avrebbero portato alla luce presunti illeciti nei criteri di assunzione del Teatro Mercadante e all’Arlas,

Qui ed ora

Cade aereo in Sud Sudan,Medico Italiano Sopravvissuto

Almeno 18 persone sono morte nello schianto di un aereo in un lago del Sud Sudan mentre altre tre, tra cui un medico italiano, sono sopravvissute. Ignota la causa dell’incidente

Qui ed ora

Dimmissioni Sodano: De Magistris sempre più democratico?

«Il sindaco Luigi de Magistris e la giunta comunale ringraziano il vice sindaco Tommaso Sodano per l’impegno profuso in quattro anni di duro, difficile ma appassionato lavoro per la città»,

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi