M5S, Cammarano: “Il fallimento targato De Luca-Alfieri agli Stati Generali dell’Agricoltura”

“Con dati puntualmente fallimentari alla mano, relativi al comparto agricoltura della Campania, il “delegato” Franco Alfieri dovrebbe badare a nascondere la testa sotto la sabbia. Ma è tale l’arroganza degli uomini del presidente De Luca, che il fidato consigliere del governatore, nonché capo della sua segreteria, si arroga addirittura il diritto di rappresentare la nostra regione agli “Stati Generali dell’Agricoltura” in Sardegna. Basti ricordare che, sotto la gestione De Luca-Alfieri, un territorio a naturale vocazione rurale come la Campania è precipitato all’ultimo posto tra le regioni meridionali in termini di terreni coltivati con metodi di lavorazione biologica. Una classifica che vede la Calabria in testa con il 37,4% di superficie coltivata con metodi biologici, la Sicilia con il 31,1%, la Basilicata con il 20,6%, la Puglia con il 20,2%, la Sardegna con l’11,6%. Fanalino di coda la Campania, ferma ad appena il 9,7%”. E’ quanto denuncia il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano.

“I risultati flop inanellati nel settore Agricoltura sono certamente figli di scelte scellerate e ancora oggi inspiegabili. Ancora non si comprende, infatti, perché la Campania sia l’unica regione italiana che non abbia un assessore con delega al comparto, dunque non sia dotata di una programmazione, né abbia una visione unitaria. L’agricoltura biologica, tra l’altro, misura la qualità di un’economia rurale, per tutela dei consumatori, innovazione delle aziende agricole e tutela dell’ambiente. Le ricadute si calcolano sui livelli occupazionali, sul presidio delle aree interne e sulla qualità delle esportazioni”.

Previous Il Premio Penisola Sorrentina alla Fiera di Malpensa per il turismo sportivo
Next CAMPANIA , MALTEMPO :UNA NAVE DELLA CAREMAR HA URTATO CONTRO LA BANCHINA DEL PORTO DI CASAMICCIOLA

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

Ex Irisbus, inizia la nuova era in Valle Ufita

Tutti i 300 dipendenti del sito ex Irisbus di Flumeri in provincia di Avellino da ieri sono dipendenti della newco I.I.A. (Industria Italiana Autobus) grazie all’accordo sottoscritto al ministero dello

Economia e Welfare

Servizi sociali, riesplode ad Avellino il caso del Piano di Zona A4

Non vogliono Avellino città e da mesi stanno provando a farlo capire, anche senza mezzi termini, scrivendo direttamente a Prefetto e Regione Campania. I quindici Comuni che con Avellino rientrano

Economia e Welfare

QUATTORDICESIMA : SOLO IL 47% ANDRA’ A CONSUMO

Tempo di quattordicesime. Tra la seconda metà di giugno e la prima di luglio saranno quasi 7,5 milioni gli italiani che riceveranno la mensilità in più, per un importo medio

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi