MACERATA, IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA ORLANDO: “E’ STATO IL GESTO FOLLE DI UN FASCISTA CHE HA INFANGATO IL TRICOLORE”

“E’ stato il gesto folle di un fascista che ha infangato il tricolore .Sono venuto come ministro per difendere la nostra bandiera” . Queste sono  le parole usate dal ministro della Giustizia Andrea Orlando, a Macerata in visita ai feriti, commentando le azioni di Luca Triani.

“Credo-ha  continuato il Ministro della Giustizia – che sia giusto che le istituzioni in questo momento ribadiscano che in questo Paese non c’è spazio per chi pensa di poter fare presunta giustizia da solo, in modo folle. Non c’è spazio per i fascisti, per i razzisti, per i nazisti. E chiunque minimizza, relativizza, giustifica, rischia di diventare obiettivamente complice”. Il ministro ha poi lanciato un appello “a tutti, a tutti i democratici, a tutte le istituzioni a non sottovalutare, andare oltre le divisioni politiche, costruire un fronte che si opponga a questo tipo di fenomeni che non possono che inquietare la nostra coscienza democratica “. Infine,  Orlando ha poi sottolineato : “Presto incontrerò i genitori di Pamela . Nei prossimi giorni incontrerò anche i genitori di Pamela. Ho sentito telefonicamente la famiglia e credo che sia giusto far sì che in questo momento le istituzioni siano in grado di ribadire che l’Italia è un Paese civile e che non accetta forme di inciviltà come quelle che si sono manifestate qui a Macerata”. 

Previous NAPOLI ,DOPPIA SEDUTA D'ALLENAMENTO : GLI AZZURRI PREPARANO LA SFIDA CONTRO LA LAZIO !
Next CAMPANIA: LA PRIMA DOMENICA DEL MESE DI FEBBRAIO PREMIA IL MUSEO ARCHEOLOGICO DI NAPOLI

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

LEGGE ELETTORALE: VENGONO POSTE DAL GOVERNO DUE DELLE TRE FIDUCIE SUL ROSATELLUM

La Camera ha votato senza problemi due delle tre fiducie poste dal governo sul Rosatellum.  Intanto non si fermano le proteste di Mdp e M5s e , a Roma, dove 

ultimissime

LA VIA DEL SUD

La testimonianza di Margherita Durso, volontaria in Karamoja dell’associazione Africa Mission – Cooperazione e sviluppo, che da quarant’anni opera in Uganda, una delle nazioni più povere del centro – Africa.

ultimissime

Ciambriello: “ Una società che giudica un minore e dopo averlo giudicato lo mette in carcere è una società malata che sta giudicando se stessa e la propria malattia.”

Questo uno dei tanti spunti di riflessione del Garante dei diritti dei detenuti Samuele Ciambriello, nel convegno tenutosi quest’oggi alla Giunta Regionale della Campania con sede al Centro Direzionale di

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi