MANCHESTER CITY-NAPOLI :2-1. UN NAPOLI A DUE FACCE! TARDIVA LA REAZIONE DEGLI AZZURRI NELLA RIPRESA.

Un Napoli a due facce , quello che esce sconfitto contro il Manchester City! All’Etihad Stadium , i “Citizens” s’impongono per 2-1 grazie alle reti di Sterling e Gabriel Jesus ; tardiva la reazione degli azzurri , che nonostante  il rigore trasformato da Diawara ed  un grande secondo tempo , non riescono ad evitare il secondo ko in Champions .

Per quanto concerne le formazioni , Sarri opta per il suo collaudato 4-3-3 e conferma le novità della vigilia : Reina in porta; difesa a quattro con Ghoulam e Hysaj a presidiare le corsie esterne , mentre la coppia centrale è formata dal duo Albiol-Koulibaly. A centrocampo ,spazio a Diawara(che vince il ballottaggio con Jorginho) coadiuvato da Hamsik e Zielinski(preferito ad Allan e Rog), mentre in attacco confermato il “tridente leggero” con Mertens ,supportato da Insigne e Callejon .Per quanto riguarda il City , tutto confermato per Guardiola che conferma il suo canonico 4-3-3: Ederson tra i pali ; difesa a quattro composta da Walker , Stones , Otamendi e Delph . A centrocampo spazio al  trio formato Fernandinho, De Bruyne , David Silva , mentre in attacco confermatissimo Gabriel Jesus(preferito al ristabilito Aguero) ,supportato da Sanè e Sterling . L’avvio gara è tutto di marca dei “Citizens”: i ragazzi di Guardiola approfittano dell’approccio timido da parte del Napoli e dopo 10 minuti passano in vantaggio con Raheem Sterling che finalizza una grande azione iniziata da Sanè e rifinita da David Silva . Nella prima mezz’ora ,in campo c’è solo il City che raddoppia al 13’esimo minuto con Gabriel Jesus che finalizza la grande azione di De Bruyne ,portando la squadra inglese sul doppio vantaggio. Dopo una prima mezz’ora di marca City che colpisce anche una traversa con De Bruyne , il Napoli inizia a scuotersi iniziando  ad esprimere il suo consueto gioco, ed al tramonto del primo tempo i partenopei conquistano un calcio di rigore per fallo di Walker su Albiol : dal dischetto si presenta Mertens , che viene ipnotizzando da Ederson che salva il risultato . Con il rigore fallito dal folletto belga , si chiude una prima frazione che ha visto un approccio timido da parte del Napoli . Nella ripresa ,il canovaccio del match cambia : i ragazzi di Sarri premono subito il  piede sull’acceleratore e vanno vicino al 2-1 con Hamsik ,che a porta spalancata viene stoppato dall’intervento di Stones che salva il City . I partenopei ci credono ed al 72esimo minuto , conquistano il secondo calcio di rigore causa il fallo di Fernandinho su Ghoulam ; dal dischetto si presenta Diawara che con una rasioiata di destro batte Ederson, riportando in partita gli azzurri . Nei minuti finali ,gli azzurri cercano il pareggio ma le speranze partenopee si spengono sull’occasione di Mertens ,che lanciato da Callejon , non inquadra lo specchio della porta . Termina cosi un match ,con un Napoli a due facce : timido nel primo tempo ed arrembante nella ripresa che nonostante un ottimo secondo non riesce ad evitare la sconfitta . Una sconfitta che complica il cammino europeo degli azzurri , chiamati ad un pronto riscatto già nel match di campionato contro l’Inter .

Previous CONTINUA LA FUGA DEGLI ITALIANI ALL'ESTERO E AD AUMENTARE SONO SOPRATUTTO I GIOVANI
Next NAPOLI ,MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE : AL VIA ALLA XXXIII EDIZIONE DEGLI "INCONTRI DI ARCHEOLOGIA"

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

RENZI:”Ci si apra di più al territorio, alle riflessioni e alle critiche dei cittadini, ai suggerimenti degli amministratori locali e dei circoli.”

I risultati delle amministrative hanno aperto una grande discussione sulla stampa e dentro al Pd. Io penso che sia giusto dire la verità, sempre. I risultati nazionali sono a macchia

ultimissime

M5S, tra polemiche e comizi: La corsa a Premier di Di Maio e altre sette comparse!

Sono ormai terminate le possibili candidature a premier del M5S, rinunciano tutti gli altri big, compreso Di Battista e Fico, che vede già vincitore , Luigi Di Maio , nel

ultimissime

Ursula von der Leyen eletta presidente della Commissione: “La fiducia che avete in me la riponete nell’Europa”

Fino a qualche secolo fa sembrava impossibile poter pensare che una donna potesse far parte della politica ed essere eletta come leader. Ad oggi, invece, sempre più spesso il “potere”

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi