MANOVRA: I GRUPPI PARLAMENTARI DOVRANNO PRESENTARE GLI EMANDAMENTI, SI DISCUTE DI WEB TAX, BONUS BEBE’, PENSIONI

Venti giorni per cambiare ancora, e per l’ultima volta, la manovra.  Web tax, bonus bebè, superticket e pensioni: tutti e quattro i capitoli più significativi su cui è intervenuto Palazzo Madama, dove la legge tornerà ma solo per il via libera finale, potrebbero essere corretti durante l’esame a Montecitorio. La prima scadenza è fissata per il prossimo giovedì, quando i gruppi parlamentari dovranno presentare gli emendamenti; che poi saranno messi ai voti a partire dalla metà della settimana successiva. Come sempre, si attende qualche migliaio di proposte di modifica che poi però saranno sfoltite utilizzando il meccanismo dei cosiddetti ‘segnalati’: vale a dire ciascun partito indicherà quali sono le priorità.Tra i temi sul tavolo anche il servizio di posta universale, infatti secondo il presidente della commissione Bilancio della Camera, Francesco Boccia, relatore unico alla manovra, occorre aprire una discussione sulla possibilità di allungarlo anche ai piccoli pacchi figli del boom digitale.

Previous CALCIO ITALIANO ,I PORTIERI "GOLEADOR" :DA SENTIMENTI A BRIGNOLI!
Next MUSEO DI CAPODIMONTE: SUCCESSO PER LA PRIMA DOMENICA DEL MESE E PER LA CAMPAGNA SOCIAL MIBACT #MITONELLARTE PER #DICEMBREALMUSEO

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

ISTAT: IN AUMENTO DELLO 0,3% SU BASE MENSILE E DELLO 1,6% SU BASE ANNUA I COSTI DEI BENI ALIMENTARI E DELLA CURA DELLA CASA

I costi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona sono in aumento dello 0,3% su base mensile e dell’1,6% su base annua (da +1,7% di ottobre).

Economia e Welfare

Il Jobs Act, il bastone e la carota

Ancora più di cosa fare con la Riforma del Lavoro, il premier Matteo Renzi ha dimostrato sin da subito di essere interessato a definire con chiarezza contro chi volesse farla.

Economia e Welfare

Carcere di Santa Maria Capua Vetere: cronaca carenza d’acqua e black out elettrici. Di chi è la colpa?

Il carcere di Santa Maria Capua Vetere  è alle prese con le varie rivolte dei detenuti , irritati dalla mancanza d’acqua e i lunghi black out elettrici che stanno colpendo

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi