MANOVRA: I GRUPPI PARLAMENTARI DOVRANNO PRESENTARE GLI EMANDAMENTI, SI DISCUTE DI WEB TAX, BONUS BEBE’, PENSIONI

Venti giorni per cambiare ancora, e per l’ultima volta, la manovra.  Web tax, bonus bebè, superticket e pensioni: tutti e quattro i capitoli più significativi su cui è intervenuto Palazzo Madama, dove la legge tornerà ma solo per il via libera finale, potrebbero essere corretti durante l’esame a Montecitorio. La prima scadenza è fissata per il prossimo giovedì, quando i gruppi parlamentari dovranno presentare gli emendamenti; che poi saranno messi ai voti a partire dalla metà della settimana successiva. Come sempre, si attende qualche migliaio di proposte di modifica che poi però saranno sfoltite utilizzando il meccanismo dei cosiddetti ‘segnalati’: vale a dire ciascun partito indicherà quali sono le priorità.Tra i temi sul tavolo anche il servizio di posta universale, infatti secondo il presidente della commissione Bilancio della Camera, Francesco Boccia, relatore unico alla manovra, occorre aprire una discussione sulla possibilità di allungarlo anche ai piccoli pacchi figli del boom digitale.

Previous CALCIO ITALIANO ,I PORTIERI "GOLEADOR" :DA SENTIMENTI A BRIGNOLI!
Next MUSEO DI CAPODIMONTE: SUCCESSO PER LA PRIMA DOMENICA DEL MESE E PER LA CAMPAGNA SOCIAL MIBACT #MITONELLARTE PER #DICEMBREALMUSEO

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

Sabato 4 febbraio la presentazione ufficiale del laboratorio: “I bambini imparano ciò che vivono”

L’ASPU (Associazione per lo sviluppo della persona e del potenziale umano) darà inizio al laboratorio “I bambini imparano ciò che vivono” rivolto a bambini di età compresa tra i 5 e i 10 anni,

Economia e Welfare

RISCATTO LAUREA: I RAGAZZI NATI FRA IL 1980 ED IL 2000 POTREBBERO RISCATTARE IL TITOLO GRATUITAMENTE

Per i “millennials”, ragazzi e ragazze, nati fra il 1980 e il 2000, potrebbero non avere problemi futuri nel riscattare la laurea,  ciò sarebbe limitato ai soli studenti universitari che si

Economia e Welfare

Sales: ‘I fondi strutturali sono in grado da soli di garantire sviluppo nel Mezzogiorno?’

di Isaia Sales Da soli i fondi europei non sono in grado di ridurre il divario, né tanto meno di avviare un processo di sviluppo. Essi, per il modo in

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi