MARSIGLIA : I GIUDICI SALVANO LA PICCOLA MARWA : “ LA PICCOLA DEVE VIVERE !”

La piccola Marwa deve vivere. L’Ospedale La Timone di Marsiglia non può interrompere l’alimentazione e la respirazione artificiali prodigate dallo scorso settembre alla bimba francese di 16 mesi, rimasta paralizzata a causa di un virus fulminante. L’attesissimo verdetto del Consiglio di Stato, massimo foro amministrativo transalpino, è stato accolto con immensa gioia dai genitori della piccola, che hanno vinto la propria straziante battaglia contro le autorità ospedaliere. Ma è un sollievo ampiamente condiviso da un intero Paese, che si è profondamente immedesimato nel dramma della famiglia Bouchenafa, residente a Nizza.La petizione «Mai senza Marwa» ha già raccolto quasi 300 mila firme. Il Consiglio di Stato ha confermato il verdetto pronunciato il mese scorso in primo grado dal Tribunale amministrativo di Marsiglia, per il quale non esistono gli estremi per considerare le cure a Marwa come una forma di «ostinazione irragionevole». Ha dunque sbagliato il collegio medico che riteneva di poter applicare la norme nazionali sul fine vita.

Previous Nullo il verbale con l’autovelox senza contestazione immediata sulla strada che non ha le caratteristiche minime dell’arteria «a scorrimento». Deve essere disapplicato dal giudice il decreto del prefetto e annullata la multa nei tratti che non presentano gli elementi dell’articolo 2 del Codice della Strada.
Next Lo strapotere grillino nei talk politici. RAI3,con la Berlinguer ancora battuta da Floris,che fa trasmissioni di punta per il malcontento.

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Droga, 38 arresti a Salerno

Polizia e Carabinieri stanno eseguendo in vari comuni della provincia di Salerno un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Salerno nei confronti di 38 persone ritenute responsabili

Qui ed ora

Reagisce a tentativo rapina, ferito

Un 20enne è stato ferito, la scorsa notte, a colpi di arma da taglio nel tentativo di rapina della sua auto: l’episodio sul quale indaga la Polizia di Stato del

Qui ed ora

BOMBA CARTA AL PUB DI TORRE DEL GRECO, LA SOLIDARIETA’ DI CONFESERCENTI NAPOLI: “ATTO VILE, SOSTERREMO LA RIPARTENZA”

Confesercenti Interprovinciale (Napoli, Avellino e Benevento)e Confesercenti di Torre del Greco esprimono massima solidarietà per l’atto criminale (una presunta bomba carta che ha provocato ingenti danni all’attività) che ha colpito nella scorsa notte

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi