MIGRANTI, IL PREMIER FINLANDESE OFFRE OSPITALITA’ NELLA SUA CASA

Nel villino immerso nel verde a oltre 500 chilometri a nord di Helsinki potrebbero arrivare nei prossimi mesi nuovi inquilini: alcuni richiedenti asilo. Ad aprire le porte di quella lussuosa abitazione di campagna è il padrone di casa in persona, niente meno che il milionario premier finlandese Juha Sipila. Il primo ministro ha parlato alla Tv pubblica del suo Paese, Yle, lanciando l’invito ai migranti, nella speranza di ispirare “molti a prendere la loro parte di responsabilità in questa emergenza abitativa dei rifugiati”.

“Al momento la mia casa di campagna a Kempele non è molto utilizzata – ha affermato il primo ministro finlandese. – La mia famiglia vive a Sipoo e la mia residenza ufficiale è a Kesaranta”.

La lussuosa dimora verrà messa a disposizione alla fine del 2015. “Voglio dare il mio contributo – ha aggiunto il premier – per mostrare che la Finlandia è un Paese multiculturale“,

Un paradosso, se rapportato al pensiero del premier ungherese, che addirittura, ha fatto costruire un muro per impedire il passaggio dei profughi nel proprio paese.

Un esempio da seguire, un modello da imitare, in un mondo dove la classe politica è messa sempre più in discussione per i troppi privilegi e per le condizioni di vita assai agiate…..

Previous L'ITALIA PUO' RIPARTIRE SOLO SE VIENE IMPRESSA DAVVERO LA SVOLTA DEMOCRATICA DI RENZI
Next AL VIA I CAMPIONATI DI SERIE B E LEGA PRO

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

QUALE SINISTRA CON BERTINOTTI E’ MIGLIORE?

Pubblichiamo la lettera che Emiddio Gallo ha inviato a Piero Sansonetti, Direttore de Il Garantista. Caro Piero, prendendo spunto dalla riflessione di Bertinotti che hai divulgato qualche giorno fa: “Cara

Officina delle idee

ARTICOLO UNO,DEMOCRAZIA E LAVORO.MICHELA ROSTAN:”COSTRUIAMO IL NOSTRO MOVIMENTO DAL BASSO.”

E’ ufficialmente partita l’avventura di Articolo Uno – Movimento Democratico e Progressista. Mercoledì scorso, a Roma, abbiamo presentato il nuovo logo e spiegato le ragioni di fondo che animeranno la

Officina delle idee

Quale sviluppo per l’Irpinia a 34 anni dal terremoto?

C’era anche uno spezzone del video in cui un Sandro Pertini emozionato a pochi giorni dal tremendo terremoto del 23 novembre 1980 che aveva devastato l’Irpinia, la Lucania e parte

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi