MITI DI NAPOLI: CHIESA DI SANTA TERESA A CHIAIA

La chiesa, realizzata su progetto di Cosimo Fanzago, fu consacrata nel 1664.  La facciata si divide in due ordini: quello inferiore, scandito da paraste, e quello superiore, concluso da un coronamento mistilineo.

Al centro dell’ordine inferiore vi è il portale d’ingresso sovrastato da una coppia di angeli che sorreggono Santa Teresa. Il terremoto del 1688, purtroppo, danneggiò parzialmente la chiesa che  fu  nuovamente decorata con stucchi di gusto barocco.L’interno, a croce greca, è coperto a cupola e caratterizzato da molte opere di Luca Giordano. Sull’ingresso si può ammirare “Santa Teresa che si confessa a San Pietro d’Alcantara”, eseguito dopo il 1669; dello stesso periodo il dipinto raffigurante  “San Pietro d’Alcantara che appare a Santa Teresa”, custodito nella cappella di sinistra dell’altare maggiore.

Previous MIBACT FACTORYMPRESA TURISMO, PREMIA 10 START UP FRA LE MIGLIORI TRA LE ATTIVITA' IMPRENDITORIALI ITALIANE
Next GIORNATA DEL FAI D'AUTUNNO 2017 AD AVERSA, SARANNO APERTI AL PUBBLICO CASA SAPORITO, LA CHIESA DELLA MADDALENA E IL CASTELLO ARAGONESE

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

GIORNATA MONDIALE DEL MIGRANTE E DEL RIFUGIATO. GRANDE PARTECIPAZIONE A PIAZZA SAN PIETRO

Rispetto ai flussi migratori e alle politiche di accoglienza le posizioni sono disparate. Difficilmente proviamo a guardare queste persone negli occhi e poche volte ci ricordiamo che ciascuno porta con

Approfondimenti

STORIA DELLA CITTA’ DI VELIA, UNA TRA LE POLIS PIU’ RICCHE DELLA MAGNA GRAECIA

La città di Velia, il cui nome greco era Elea, (da Hyele, nome che gli abitanti autocnoni avevano dato alla sorgente del luogo), fu fondata dagli abitanti di Focea, una

Approfondimenti

ATRANI : GIOIELLO NASCOSTO TRA LE MONTAGNE DI AMALFI

Nascosto tra i gioielli di Amalfi, c’è lo splendore di Atrani.  Atrani è una tappa irrinunciabile per i viaggiatori che arrivano in Costiera Amalfitana. La piccola Atrani rapisce lo sguardo con

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi