Napoli, 22 indagati per il racket delle pizzerie

Sono 22 le misure cautelari per estorsioni ed altri reati a pizzerie e negozi del centro della città. Gli indagati, tutti appartenenti al Clan Sibillo regnante nel centro storico di Napoli, sono responsabili, a vario titolo, di aver più volte estorto denaro ai titolari di pizzerie e esercizi commerciali nella zona dei Decumani. Le accuse sono di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e di detenzione e porto abusivo di armi da sparo.

I carabinieri del Nucleo operativo della compagnia Napoli-Centro, durante l’indagine, hanno fatto ricorso a sofisticati strumenti di captazione ambientale e telefonica e alla collaborazione delle vittime di numerosi episodi di estorsione commessi, ai loro danni, dai membri del clan Sibillo. Ed è proprio Pasquale Sibillo, massimo esponente del clan e detenuto in carcere dal 2015, dopo una latitanza di 5 mesi, che gestiva tali traffici inviando messaggi ai suoi affiliati con l’aiuto dei familiari che si recavano ai colloqui con gli altri detenuti.

a cura di Margherita Iannicelli

Previous NAPOLI, FULMINI E TEMPESTE: LA SQUADRA NON TORNA IN RITIRO
Next Cesare Cremonini racconta i suoi primi 40 anni: «Quello che stiamo attraversando è il secolo delle donne»

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Campania Libera di scena a Napoli. Tommaso Casillo: “Nel 2020 puntiamo al secondo Governo De Luca”. Il Governatore: “grazie a noi nel 2016 il Pil e’ aumentato del 2,4 %”

Campania Libera di scena a Napoli, all’Hotel Ramada, tanta curiosita’  fra i tanti addetti ai lavori e cittadini, per  un resoconto delle gestione dei 2 anni De Luca: protagonisti appunto

Qui ed ora

Coronavirus: cambia modulo autocertificazione. Arrivano i droni per i controlli

Cambia di nuovo il modulo per l’autocertificazione dei cittadini che intendono fare spostamenti. Lo prevede una circolare inviata ai prefetti dal capo della Polizia, Franco Gabrielli, alla luce del nuovo decreto

Qui ed ora

Maxi operazione antidroga a Salerno ,in campo 200 uomini dei carabinieri

E’ stata adoperata  una vasta operazione antidroga dei Carabinieri del comando provinciale di Salerno nel territorio di Cava dei Tirreni (Salerno). Sono ben duecento i militari, con il supporto di

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi