NAPOLI: ATTRAVERSA SULLE STRISCE E VIENE FERITO

E’ stato accoltellato perché voleva attraversare sulle strisce pedonali. Colpito più volte, a Napoli, all’addome .
Vittima un cittadino algerino di 53 anni attualmente ricoverato in ospedale.
Sono stati i poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine Campania a notare, mentre transitavano in via Galileo Ferraris, angolo Corso Lucci, l’algerino che invocava aiuto. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia di Stato, poco prima c’era stata una lite tra il 53enne, che aveva protestato per il ritardato arresto dell’autovettura in prossimità delle strisce, e i tre. Il conducente del veicolo, Bruno Emanuele Borrelli, in segno di minaccia e per rispondere alle proteste del pedone aveva fatto stridere i pneumatici dell’auto. L’algerino ha, quindi, sferrato un pugno contro la Fiat panda ed è stato allora che i tre sono scesi dall’auto, lo hanno circondato e accoltellato.

Previous CONSIGLIO DEI MINISTRI : NOMINA DEI SOTTOSEGRETARI DI STATO
Next NAPOLI , TEATRO PALAPARTENOPE :ARRIVA MODERUP – IL CONCERTO

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Strage in Texas : 26 morti . Ucciso il responsabile, un ex militare

Devin Kalley, un ex militare di 26 anni ha aperto il fuoco durante la messa della domenica mattina nella chiesa battista di Sutherland Springs, in Texas, circa 30 miglia a est

Qui ed ora

L’Europa al bivio: austerità o cambio di passo

Continua il viaggio alla scoperta dei candidati alle europee per la circoscrizione Meridionale. Ospiti di Samuele Ciambriello, nel programma Dentro i Fatti per il circuito LunaSet, sono Massimo Paolucci del

Qui ed ora

MIGRANTI, GENTILONI:” LA STRADA SUL TEMA IMMIGRAZIONE E’ TRACCIATA, BISOGNA RIMBOCCARSI LE MANICHE. BISOGNA CHE OGNUNO FACCIA LA PROPRIA PARTE SU QUESTA STRADA CHE L’ITALIA HA APERTO”

“L’Italia si augura che altri paesi africani diano il loro contributo. La strada sul tema immigrazione  è tracciata, bisogna rimboccarsi le maniche, mettere mano anche al portafoglio perché non è

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi