NAPOLI ,DUE AGGRESSIONI AD OPERAI DELLE AMBULANZE

Una duplice aggressione ad equipaggi di ambulanze a Napoli la scorsa notte, a pochi minuti di distanza l’una dall’altra. Lo ha sottolineato  l’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate che denuncia da tempo sulla sua pagina Facebook le violenze subite dagli operatori del 118.

Una nella zona del Borgo Sant’Antonio dove ad aggredire il personale – riferisce l’associazione – sono stati i parenti della persona che aveva bisogno di assistenza mentre nella zona di Piazza Cavour è stato lo stesso paziente ad aggredire i sanitari. “Chiediamo più tutela soprattutto per quegli equipaggi – si sollecita – dove sono presenti donne. Lavorare così è diventato davvero insostenibile. Secondo il componente della commissione Sanità della Regione Campania, Francesco Borrelli, “occorre modificare le leggi esistenti a cominciare dal riconoscimento dello status di pubblico ufficiale per il personale sanitario, introducendo anche un’aggravante per chi aggredisce il personale sanitario”

Previous I gesti su smartphone fanno capire la personalità
Next COMMERCIO: VENDITE A GIUGNO IN CALO, -2%

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

«Il PD può vincere le prossime elezioni»

Il capogruppo dei Democratici, Raffaele Topo, interviene sugli aspetti critici della legislatura regionale, sul ruolo del PD e sulle prossime elezioni regionali. Nelle ultime ore c’è una presa di posizione

Qui ed ora

L’ultimo desiderio del bambino prima di morire: voglio incontrare Babbo Natale.

Un ultimo desiderio prima che i suoi piccoli occhi, che ancora avrebbero dovuto vedere tanto del mondo, si chiudessero per sempre. Un ultimo sogno, un ultimo ricordo di questa vita:

Qui ed ora

Nigeria stato di Benue, attacco ad una chiesa bilancio inaudito uccisi 2 sacerdoti e 17 fedeli.

Si ripetono le azioni in stile di guerriglia iniziate martedi scorso nel villaggio di Mbalom, dove, ad essere presa di mira è stata una la piccola chiesa frequentata da cattolici

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi