NAPOLI: IL MUSEO DEL MARE OSPITA LE OPERE DELL’ARTISTA MANUELA BELFIORE NELLA MOSTRA DEDICATA AL VESUVIO

Fino al 23 dicembre il Museo del Mare di Napoli  ospita le opere della giovane artista napoletana Manuela Belfiore, nella mostra All’ombra del Vesuvio a cura dell’architetto Paola Pozzi e del direttore del Museo, Antonio Mussari, organizzata dalla associazione culturale Frame Ars Artes.

Con un omaggio appassionato, vivace e colorato al mare e al Vesuvio, Manuela Belfiore interpreta l’energia della terra e dell’acqua, della vita e delle sue forme, attraverso una personale sperimentazione di materiali e immagini. Pittura e scultura su pietra sono le forme espressive predilette dall’artista: con l’elaborazione di un segno, prima scultoreo poi pittorico, Belfiore crea una ripetizione quasi ossessiva di forme simili, tutte diverse tra loro, sinuose, ma allo stesso tempo geometriche, che creano una scrittura semplice, ma intrinseca di significati.  Nelle opere pittoriche la forma si unisce alla scrittura, si fonde alle parole accuratamente scelte, dalle pagine dei libri che diventano il supporto dei suoi percorsi dove i segni si inseguono, si uniscono, si incontrano.La mostra All’ombra del Vesuvio resterà aperta sino al 23 dicembre.

Previous TOMBOLA VAJASSA E FABULA VERGILIANA: IL NATALE A NAPOLI CON MANI E VULCANI
Next BENEVENTO ,DOPING : IL CAPITANO LUCIONI RITORNA IN CAMPO! CI SARA' PER LA SFIDA CONTRO IL GENOA

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

IMPEGNO(PD):”DE MAGISTRIS HA FALLITO. DOBBIAMO RITORNARE A GOVERNARE LA CITTA’. VALENTE? HA TUTTE LE CAPACITA’ PER ESSERE UN BUON SINDACO”

“De Magistris ha fallito. In questi cinque anni di governo della città, si è assistito ad un passo indietro eclatante. Il PD ha la forza, gli uomini ed i mezzi

Officina delle idee

Quale sviluppo per l’Irpinia a 34 anni dal terremoto?

C’era anche uno spezzone del video in cui un Sandro Pertini emozionato a pochi giorni dal tremendo terremoto del 23 novembre 1980 che aveva devastato l’Irpinia, la Lucania e parte

Officina delle idee

Briciole dalla tavola pasquale

Venerdì Santo, dopo la lettura della “Passione di nostro Signore Gesù Cristo secondo Giovanni”, come celebrante ho proposto – alla Renzi –  due veloci riflessioni. La prima riprendendo dal Vangelo

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi