NAPOLI IN PREDA AL DISAGIO: CHIUSE CUMANA E CIRCUMFLEGREA PER VIA DELLO SCIOPERO GENERALE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE

A Napoli sono state chiuse la  Cumana e la  Circumflegrea, mentre la funicolare centrale sta effettuando solo dirette, i bus lentamente stanno rientrando ai depositi. Una  Napoli in preda al disagio per via  dello sciopero del trasporto pubblico locale proclamato dall’Usb. Al momento è regolare il servizio della linea 1. La stazione di Toledo è chiusa per infiltrazione di acqua dovuta alle piogge delle ultime ore. L’ Ubs afferma in una nota  :” A fronte di una generale sfiducia nei confronti della politica, istituzioni e sindacati registriamo una buona adesione da parte della categoria. Come USB restiamo convinti che l’esercizio del diritto di sciopero, al netto delle tifoserie sindacali, è l’unica arma di lotta contro le misure ‘lacrime e sangue contenute nel piano di risanamento, compresa la privatizzazione e lo spacchettamento dell’azienda. L’Anm (Azienda napoletana mobilità)  deve rimanere pubblica, non accetteremo supinamente l’andamento degli eventi e chiamiamo i lavoratori alla mobilitazione, il trasporto pubblico è un bene comune“.

Previous MAESTOSO E IMPONENTE, IL PRIMO BALUARDO DI PARTHENOPE
Next Diocesi di Acerra, decimo anniversario di Episcopato del vescovo Antonio Di Donna

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Ancora proteste sul lavoro. Manifestanti su impalcature piazza Matteotti a Napoli

Si sono arrampicati sulle impalcature di fronte alla sede della Città metropolitana, in piazza Matteotti, a Napoli. Sono tre manifestanti appartenenti alla sigla di disoccupati 7 novembre che hanno srotolato

Qui ed ora

GRAN BRETAGNA: NESSUN VISTO PER I VIAGGIATORI DELL’UNIONE EUROPEA

Non sarà obbligatorio il  visto per i viaggiatori Ue che arrivano nel Regno Unito dopo la Brexit. Questa è  la linea proposta dal governo britannico secondo la Bbc. Quelli che

Qui ed ora

Racket, 4 fermi nel clan nel Napoletano

Quattro persone ritenute affiliate al clan Ascione-Papale di Ercolano sono state raggiunte da un decreto di fermo perché ritenute responsabili, a vario titolo, di estorsione e tentata estorsione aggravate dal

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi