NAPOLI, LA NOTTE DELLA TAMORRA: TRA CULTURA E TRADIZIONE

Per gli amanti della musica folk, ritorna La notte della Tammorra. Giunta alla sua 17° edizione, la manifestazione di musica e danze folk torna sul lungomare di Napoli. L’evento avrà luogo  dalle ore 21 sino all’alba, lungo la bellezza del  lungomare di Napoli, precisamente all’altezza della Rotonda Diaz.

L’evento, a cura dell’associazione “Il canto di Virgilio”, incorpora la presenza di, Carlo Faiello. Un mega concerto ad ingresso gratuito fortemente voluto dall’amministrazione comunale tra gli eventi clou di “Estate a Napoli”.“La Notte della Tammorra ci riporta a far riaffiorare le nostre radici nascoste.  Anno dopo anno la manifestazione è cresciuta divenendo uno dei grandi eventi della Campania. Il programma del magico Notturno di Ferragosto sfida le mode e si pone come obiettivo quello di recuperare la memoria e di riconquistare “l’Altro Tempo”: quello dell’emozione”, dice Carlo Faiello.Si inizierà con la  classica Tammurriata di apertura eseguita da una coppia di maestri della tradizione: Raffaele Inserra dei Monti Lattari e Antonio Esposito detto Tonino ‘o Stocco, rinomato costruttore di tammorre.  Il programma della serata prevede poi, il gruppo dei BandaRotta, musicanti randagi che con canti di protesta e d’amore raccontano la rabbia e la gioia di vivere nel quartiere di Bagnoli. A seguire uno storico esponente della musica popolare campana, Marcello Colasurdo, voce vesuviana e habituè della manifestazione. Spazio anche ai suoni e ai canti del Cilento con Paola Salurso e Caterina Melone e a quelli della Costa di Amalfi con i Discede. Ad Aluei (alias Louis Siciliano vincitore di un Nastro d’argento e compositore di colonne sonore) è affidato il compito di “sofisticare” il suono folk, con la collaborazione del laboratorio delle Tammorre di Enzo Stendardo.Momento fondante della Notte è il set di Carlo Faiello e della sua Banda Dionisiaca che accompagnera’ sul palco Fausta Vetere, voce storica della Nuova Compagnia di Canto Popolaree simbolo del movimento Folk e alcune tra le più belle giovani voci napoletane come Fiorenza Calogero ed Emanuela De Vivo che interpreteranno brani con arrangiamenti investiti dalle tradizioni musicali più disparate.

Previous NAPOLI: ESTATE AL MUSEO MADRE, INGRESSO E VISITE DIDATTICHE GRATUITE NEL MESE DI AGOSTO
Next IL PONTE DI FERRAGOSTO: BOOM DI STRANIERI

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

CAMPANIA, FORMAZIONE: LINEA ABBIGLIAMENTO ISPIRATA AL CILENTO: IN PASSERELLA CREAZIONI DEGLI STUDENTI. Sul palco la scuola dell’Accademia di Belle Arti di Napoli

Presentato a Palazzo Santa Lucia il progetto “Kolcahgov Barba for Marina di Acciaroli – Cruise Collection 2019”, nato dalla collaborazione tra il Comune di Pollica, la Scuola di Fashion Design

Cultura

Attualità ed intrattenimento nell’ “Arcobaleno sociale”, il nuovo format televisivo condotto da Magda Mancuso

Dal 1 maggio un nuovo format televisivo arricchirà i nostri palinsesti: “Arcobaleno sociale”, che andrà in onda su canale 93 in Campania e in tante altre regioni italiane, ogni mercoledì

Cultura

Si rinnova la #Domenicalmuseo al Parco Archeologico di Ercolano

Si rinnova domenica 3 giugno 2018 l’appuntamento mensile dell’ingresso gratuito al Parco Archeologico di Ercolano grazie all’iniziativa ministeriale #Domenicalmuseo. Sono stati 5.845 i visitatori che hanno fruito del sito nel mese di maggio, grazie anche alle

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi