Napoli, l’ospedale Cardarelli circondato dai rifiuti: “Intervenga il Comune”

Situazione di degrado assoluto davanti all’ospedale Cardarelli, il più grande del Mezzogiorno.Tra le aiuole che delimitano la sua area , si scorgono una marea di rifiuti che hanno fatto quasi scomparire il verde che caratterizzava quell’area

È uno scenario molto triste , soprattutto quando si cerca in tutti i modi di smentire le voci sull’immondizia e il degrado che scredita Napoli e i suoi posti. Tutto questo è accaduto ,soprattutto a causa della mancata pulizia e per l’inciviltà di alcune persone che gettano rifiuti in un posto come Il Cardarelli . Ormai dove ci si gira , l’occhio vede degrado : cartacce, buste, biglietti, residui di cibo, addirittura un’anguria quasi intera e ogni altro tipo di oggetto, di cui persone incivili, si vogliono disfare, dimenticando che esistono contenitori certo più idonei in cui abbandonarli.

Così camminare in zona, tra aiuole piene di rifiuti, cassonetti posizionati sulle strisce pedonali e il grave dissesto sul manto stradale – soprattutto all’altezza dell’ex stazionamento degli autobus – diventa estremamente difficile per i pedoni che devono fare particolare attenzione a dove mettono i piedi.

La direzione generale dell’azienda ospedaliera «ritiene opportuno precisare che le aree di verde situate all’esterno, oltre via Cardarelli, sono di proprietà e di esclusiva competenza, del Comune di Napoli». «La cura del verde e del decoro è una delle priorità perseguite dalla direzione generale nell’interesse del buon nome dell’azienda, ma soprattutto del benessere dei pazienti e dei loro familiari – recita una nota diffusa dall’ospedale – Questo il motivo che nel tempo ha portato la direzione generale del Cardarelli a realizzare  interventi di manutenzione costanti del verde nelle aree di competenza esclusiva dell’azienda ospedaliera e il risultato è evidente e sotto gli occhi di tutti. Il Cardarelli non può ovviamente farsi carico della manutenzione, rimozione di rifiuti e dello smaltimento per aree di terzi. Auspichiamo un intervento del Comune con continuità».

Previous Napoli, il questore De Jesu si espone su Vasto:"No caccia agli immigrati, ma devono rispettare le regole"
Next CAMPANIA: IL DEGRADO DI POSILLIPO

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

ORDINE PROVINCIALE DEI MEDICI – CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI DI CASERTA In ricordo di Luigi Renato Zinzaro

Caro Renato, sono trascorse poche ore dalla tua dipartita e la tua assenza si fa già sentire e pesa come un macigno. È difficile descrivere il vuoto che hai lasciato,

Economia e Welfare

Povertà, migrazioni, connessioni permanenti: la salute mentale è la sfida che il mondo c’impone

“I disturbi mentali sono in aumento. Entro il 2020 il numero esploderà soprattutto per quelli di tipo depressivo e ansioso. Gli altri, quelli che sono più cronici, in qualche maniera

Economia e Welfare

Venezuela, dai colloqui alle Barbados emerge una speranza di ripresa, al confine con il Brasile cresce la denuncia del traffico di minori.

Caracas, è trascorso del tempo tra i primi negoziati avviati fra il governo e l’opposizione del Venezuela, gli incontri in un primo momento si sono  svolti da a Oslo e 

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi