NAPOLI RINOMINA LE SUE STRADE

Il Sindaco Luigi de Magistris ha creato una nuova Commissione Toponomastica del Comune di Napoli. Tale Commissione  già nella sua prima seduta, si è espressa favorevolmente su alcuni importanti nuovi toponimi cittadini.
Numerose poi le nuove intitolazioni di strade cittadine. In particolare, su proposta della terza Municipalità sarà intitolata una piazza (tra Via Sanità e Discesa Sanità) del Rione Sanità al grande Totò, mentre sarà intitolata una strada a Mario Merola. Via Federico Celentano in Via del Borgo Alfonsiano  sarà, invece,  in memoria di Sant’Alfonso Maria dei Liguori. Il largo attualmente senza denominazione tra Salita Arenella e via De Dominiciis  sarà intitolato a Palma Scamardella, vittima innocente della mafia nel 1994, lo slargo  vicino il parcheggio di scambio di Pianura. Inoltre il  prossimo 1 maggio si terrà poi l’intitolazione molto attesa di “Via Martiri di Pietrarsa” e nelle settimane successive saranno intitolate tre rotatorie nei pressi dello Stadio Collana a Sergio Bruni, Renato Carosone e Roberto Murolo. Ciò si andrà  ad aggiungere alle tre vie a loro intitolate nei pressi di Fuorigrotta.

Previous A POMPEI SABATO SECONDA GIORNATA REGIONALE DELLA MISERICORDIA.PRESENTI DUECENTO DETENUTI.
Next NAPOLI , LE FRECCE ALL’ARCO DI SARRI : DA UNA DIFESA ERMETICA, PASSANDO ALLE ALTERNATIVE DI LUSSO , FINO ALL’ATTACCO STELLARE

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

Servizi Pubblici : Nel 2017 proclamati 2.448 scioperi

Il dato generale relativo alle proclamazioni di sciopero nel settore dei servizi pubblici essenziali nel 2017 risulta in lieve aumento rispetto al precedente anno: 2.448, rispetto alle 2.352 del 2016.

Economia e Welfare

L’Europa e l’Appeal :gli Investimenti diretti esteri

Secondo l’EY Attractiveness Survey 2016 che ha intervistato 410 decision-makers europei, nel 2016 gli investimenti diretti esteri verso l’Italia, i cosiddetti Ide, sono aumentati del 62% rispetto al 2015, collocandoci

Economia e Welfare

SANITÀ, BENEDUCE (FI): “CENTRO REGIONALE PER PATOLOGIA CRONICA RENE POLICISTICO”

“Il riconoscimento nei LEA del rene policistico quale patologia cronica è un passo importante che consente di prospettare un percorso che partendo dall’istituzione del registro dei pazienti si completi con

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi