NAPOLI: SEQUESTRATI OLTRE 1.700 CHILI DI SIGARETTE DI CONTRABBANDO

Oltre 1.700 chili di sigarette di contrabbando sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza della compagnia di Nola (Napoli) durante un’attività di controllo a Frattamaggiore, hanno sottoposto a controllo un’auto condotta da un 50enne di Napoli che aveva all’interno dell’abitacolo 105 chili di sigarette di contrabbando.

I finanzieri hanno esteso i controlli ai locali in uso all’uomo sequestrando altri 1310 chili di sigarette di varie marchi in un deposito di Frattamaggiore ed ulteriori 309 chili in due locali deposito di Crispano. Le sigarette erano prive del contrassegno di Stato. L’uomo, arrestato in flagrante, su disposizione della Procura di Napoli Nord, è stato condotto nel carcere di Poggioreale. E’ importante che si continui in questa ottica di sequestro del contrabbando illegale, che inquina la città pertenopea e il suo nome nel mondo.

Previous PARIOTA:" IL DOVERE CIVICO DI VOTARE. LA DEMOCRAZIA SI NUTRE DELLA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI."
Next ENTRO IL 2022 SCOMPARIRANNO LE AUTO A DIESEL IN SEGUITO AL CROLLO DELLA DOMANDA

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

Tiziano Ferro si e’ sposato con Victor Allen, compagno dell’artista da tre anni.

Festa di nozze per Tiziano Ferro, che si è unito civilmente con Victor Allen, 54 anni, di Los Angeles, suo compagno da 3 anni.  A dare la notizia è Dagospia:

ultimissime

MATTARELLA RICORDA I SOLDATI ITALIANI MORTI NELLA STRAE DI NASSIRIYA

“I militari e civili che a rischio della propria incolumità fronteggiano molteplici e diversificate minacce in tante travagliate regioni del mondo, sono l’espressione di un impegno della comunità internazionale che

ultimissime

EX SINDACO DI SCAFATI ANNUNCIA IL SUICIDIO SU FACEBOOK, SALVATO DAI PARENTI

Ieri pomeriggio, sul profilo Facebook dell’ex sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti, è comparso un post che sembrava annunciare il suo suicidio, accompagnato da una foto che ritraeva dei farmaci, nel

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi