NAPOLI , TEATRO PALAPARTENOPE :ARRIVA MODERUP – IL CONCERTO

Nati e cresciuti a Miano quartiere della periferia nord di Napoli, che confina con Scampia e Secondigliano, i Moderup ovvero Vincenzo e Luigi ragazzi appena ventenni per la prima volta terranno un vero e proprio concerto alla Casa della Musica Federico I. Alla base del sodalizio artistico del duo c’è una lunga e profonda amicizia, accomunati dalla passione per il rap nel 2012 decidono di iniziare a fare musica sul serio. Il debutto nel mondo dell’hip-hop /rap è con il botto tanto che ancora adolescenti vincono il titolo di “miglior gruppo” al contest organizzato dall’Honiro Label, sbaragliando ben 100 gruppi in gara. All’attivo hanno collaborazioni di tutto rispetto Emiliano Pepe, Ntò, Clementino, Lucariello, Rocco Hunt e tanti altri. I loro video hanno milioni di visualizzazioni tra i brani più celebri: Tmax Freestyle, Venezuela, Gta Napl, Stelle ecc. Il nuovo progetto discografico uscito due settimane fa e dal nome “Leader”, vanta collaborazioni internazionali: Fred De PalmaLaioungIsi NoiceHichy BangzMomoney e il rapper francese Sadek. La loro musica si è evoluta nel corso degli anni ma la sostanza resta sempre la stessa, la loro fonte di ispirazione: la strada. Quel crogiuolo di case, emarginazione e delinquenza. La cruda realtà di ogni giorno si scontra con la loro passione per la musica rap, ed ecco che raccontando la quotidianità di ciò che vivono la musica assume un ruolo catarsico e di salvataggio. I Moderup sono l’esempio di come la musica possa salvare i giovani nati in zone disagiate, le loro canzoni danno voce a tanti ragazzi che hanno voglia di emergere e che hanno voglia di migliorarsi. Il loro rappare in dialetto rappresenta quel cordone ombelicale che mai si spezzerà con la propria città che si proietta verso l’universo, verso quel melting pot fatto di suoni e voci che raccontano le strade del mondo. Due ragazzi che hanno visto amici e conoscenti morire per le strade di un quartiere spesso dimenticato dalle istituzioni, e che nonostante ciò non si non arresi ed hanno combattuto per i loro valori, tanto ad arrivare a incuriosire Roberto Saviano che in diverse interviste ha dichiarato che se il suo ultimo libro “Bacio feroce” dovesse diventare un film, come colonna sonora avrebbe i Moderup, aggiungendo un dettaglio non da poco: « I Moderup raccontano la strada, e la logica “paranzina”, più di ogni altro trattato, saggio, intervista o romanzo». Il duo conserva sempre un rapporto simbiotico con l’attualità, non solo raccontandola ed esorcizzandola, ma anche valorizzandola come nel caso del brano omaggio dedicato a Don Pietro, il carismatico personaggio di Gomorra Pietro Savastano intrepretato dall’attore Fortunato Cerlino.  L’appuntamento del 14 Giugno a Casa della Musica sarà una vera e propria festa, con tanti ospiti e nuovi astri emergenti: Rowins & Expert, VMonster, El Koyote, Ivan Granatino, I Desideri, Lucariello Samurai J e M4W e tanti altri amici che canteranno con il duo. Insomma non un semplice concerto, ma una testimonianza viva e attiva di ciò che la passione per la musica può fare, un evento che si preannuncia ricco di sorprese, con una scaletta da urlo e a cui non si può e non si deve mancare, perché quando il talento chiama, NAPOLI RISPONDE!

Previous NAPOLI: ATTRAVERSA SULLE STRISCE E VIENE FERITO
Next Under 15 ,Cori Anti-Napoli :Corso sul rispetto dell'avversario per la Juventus

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

A Napoli,ritorna la rassegna musicale “S. Elmo Estate”, una delle kermesse tra le più attese

Patrocinata dalla Regione Campania e dal Comune di Napoli, ritorna la rassegna musicale “S. Elmo Estate”, una delle kermesse tra le più attese e amate nel capoluogo campano, giunta all’undicesima edizione

Cultura

ENJOY: L’ARTE INCONTRA IL DIVERTIMENTO NELLA CAPTALE, AL CHIOSTRO DEL BRAMANTE

“La dimensione del piacere, del gioco, del divertimento, dell’eccesso  sono sempre state componenti centrali dell’arte; l’arte sprofonda nel dolore ma si nutre di piaceri ed è sempre una danza di

Cultura

NAPOLI , ARRIVA LA XX EDIZIONE DEL FILM FESTIVAL

Ventisei nazioni rappresentate, dall’America Latina all’Oriente, dagli USA ai paesi arabi passando per il centro Europa.  Grande novità per la prossima edizione del Napoli Film Festival, che si svolgerà dal

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi