Napoli: tra i luoghi Storici e la musica si dirama la passeggiata tra stile liberty e bel canto

Una passeggiata tra il liberty e il bel canto è quella che vi propone per il 25 aprile 2018 l’Associazione Culturale Noi per Napoli in collaborazione con Inscena Nuovo Teatro Sancarluccio.

Una passeggiata a Napoli nel borgo di Chiaia alla scoperta dei primi palazzi in stile liberty della città, tra decorazioni e architetture della Belle Epoque napoletana, quando le acque della senna “sfociavano” nel mare di Partenope. Una passeggiata che si concluderà con concerto ed aperitivo al Teatro Sancarluccio, al piano terra del Palazzo Acquaviva Coppola, il primo edificio in stile Liberty a Napoli, in Via San Pasquale a Chiaia.

L’itinerario della passeggiata tra i palazzi liberty parte con appuntamento alle 10.45 (inizio h.11.00) presso esterno stazione Metro Piazza Amedeo con una guida autorizzata Regione Campania e si conclude alle 12.00 al Teatro Sancarluccio con l’aperitivo ed il Concerto del soprano Olga De Maio, tenore Luca Lupoli, pianista accompagnatore Maurizio Iaccarino, illustrato dagli interventi storici del giornalista Giuseppe Giorgio.

Napoli. Luoghi Storici e Musica passeggiata tra liberty e bel canto

Previous NAPOLI , RITORNA LA "TOMBOLA VAJASSA"
Next I carabinieri restituiscono una corona rubata al cardinale Crescenzio Sepe

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

LA RETE HA DAVVERO BISOGNO DI REGOLE?

L’esigenza di regole nel web ha sollecitato l’edizione CEDAM del nuovo libro di Maurizio Mensi e Giampiero Falletta, “Il diritto del Web”. Si tratta di un testo che affronta alcune

Officina delle idee

Liberi di pensare. L’iniziativa dell’ass.La Mansarda a Poggioreale

L’Associazione “La Mansarda ONLUS” presieduta da Samuele Ciambriello, propone, presso la casa circondariale di Poggioreale, un progetto a doppia finalità educativa: “Liberi di pensare” che ha come scopo quello di

Officina delle idee

Viaggio all’interno del volontariato in carcere Attività dell’Associazione “Carcere VI.VO” (Vincenziani Volontari)

L’Associazione “Carcere VI.VO” rimanda, sia nel nome che nelle finalità, a San Vincenzo de Paoli, il quale nel ‘600 dedicò la sua attività ai galeotti francesi. Nel 1987 le Figlie

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi