NAPOLI: UN LITIGIO FRA FRATELLI SI TRASFORMA IN TRAGEDIA

Prova ad uccidere con un coltello il fratello durante una lite ma viene fermato dai carabinieri . E’ successo a Monteruscello, nel Napoletano, dove i carabinieri di Pozzuoli hanno bloccato con l’accusa di tentato omicidio un 35enne che, mentre si trovava fuori casa era stato chiamato dal padre per calmare  un litigio verbale tra un fratello minore (di 25 anni) e la madre 66enne. Arrivati vicino  l’abitazione e preso un coltello da cucina con una lama di 10cm, l’ uomo ha affrontato il fratello più piccolo ferendolo a un orecchio e alla testa, conficcandogli la lama in fronte per poi allontanarsi in stato di agitazione.
Poco dopo, l’aggressore ha fatto ritorno nei pressi di casa e, con un cacciavite, ha tentato di raggiungere l’ambulanza nella quale si stava soccorrendo il fratello per aggredirlo ancora. I carabinieri, minacciati dall’uomo, gli hanno intimato di gettare il cacciavite e lo hanno bloccato. Il ferito è stato trasportato all’ospedale di Pozzuoli e operato. In prognosi riservata.

Previous La Corea del Nord vuole annullare il summit con Trump
Next Governo, Lega-M5s: ok a contratto. Mattarella attende testo definito

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Renzi, 3 mila comitati Sì a referendum

I segnali di queste settimane sono davvero buoni. Il comitato del Sì, a differenza di chi dice No, ha raggiunto le firme necessarie alla presentazione in Cassazione (ne servivano mezzo

Qui ed ora

Città Metropolitana di Napoli: la carica dei sindaci nella campagna del PD

di Venanzio Carpentieri Il Partito Democratico di Napoli si è adoperato affinché la logica di equilibrio fra i territori e nel rapporto tra provincia e città trovasse rispondenza nella composizione

Qui ed ora

PITTELLA(PD):”NON POSSIAMO TRASFORMARE LA GRECIA IN UNA GABBIA DI ANIME”

di Gianni Pittella   C’è la foto di un’altra bimba che dovrebbe far riflettere sull’epocale migrazione di popoli interi verso l’Europa. Una piccina carponi che, spinta dal padre, prova a

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi