Napoli, via Tino di Camaino: danneggiata la Phytolacca dioica

” Stamani coloro che si sono trovati a passeggiare nei pressi del parco Mascagna, segnatamente all’incrocio tra via Tino di Camaino e via Sebastiano Conca, hanno potuto osservare l’ennesimo scempio al poco verde pubblico presente nell’area collinare della città – esordisce Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari -. Alcuni rami della bellissima  Phytolacca dioica che adorna l’incrocio tra via tino di Camaino e via Sebastiano Conca risultava fortemente danneggiata, con alcuni rami palesemente spezzati e lasciati sul marciapiedi. Nel frattempo, il tratto di marciapiede antistante era stato transennato “.

 ” Un episodio sul quale ci auguriamo che venga fatta chiarezza – afferma Capodanno -. Si tratta di una pianta maestosa molto bella che ha una gemella a pochi passi, in piazza degli Artisti. Nei mesi scorsi c’erano state diverse segnalazioni per la perdita delle foglie ma poi entrambe le essenze arboree si erano riprese spontaneamente “.

 ” Davvero un fatto inspiegabile – puntualizza Capodanno – che non può di certo essere attribuito a fattori climatici, anche perché in questi giorni non si sono perturbazioni così violente da generare un fenomeno così eclatante che peraltro, nella zona, per quanto è stato possibile appurare ha riguardato unicamente quest’albero. I rami, anche di notevole spessore appaiono frastagliati, come se fossero stati strappati. Di certo no sono stati segati, non evidenziandosi un taglio netto, laddove sono stati asportati “.

 ” La memoria è tornata a un episodio accaduto l’anno scorso sempre in via Tino di Camaino, ricorda Capodanno -, quando, sempre in via Tino di Camaino, nottetempo furono danneggiate alcune alberature stradali. Grazie al tempestivo intervento dei carabinieri fu individuato e bloccato l’autore del danneggiamento “.

 

Previous Venezuela, forti tensioni con la Clumbia, Maduro schiera l’esercito lungo il confine colombiano.
Next Italia, Mancini: "Attaccare sempre è nella nostra natura: bravi tutti i ragazzi"

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

NAPOLI: LA GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA BENI PER UN VALORE DI OLTRE 35 MILIONI RICONDUCIBILI AD UN IMPRENDITORE DETENUTO

La Guardia di Finanza  di Bologna e Napoli sequestra beni per un valore complessivo di oltre 35 milioni di euro riconducibili ad  un uomo  di 57 anni, attualmente detenuto, imprenditore

Qui ed ora

Sequestrate sei slot illegali dalla Guardia di finanza

Sei “New slot” illegali con il denaro contenuto all’interno, sono stati sequestrati a Corigliano Rossano dalla Guardia di finanza che ha denunciato una persona con l’accusa di frode informatica .

Qui ed ora

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi