“NON MELANOMA SKIN CANCER”, CONGRESSO ALL’HOTEL PLAZA DI CASERTA

“Non Melanoma Skin Cancer”, vale a dire i tumori cutanei non configurabili come melanomi. Questo il tema del secondo corso monotematico in dermo-oncologia dell’Adoi, l’associazione dei dermatologi ospedalieri italiani. L’evento si terrà venerdì 12 febbraio, a Caserta, presso il centro congressi dell’Hotel Plaza.
È questo il primo appuntamento di una serie di quattro incontri paralleli tutti sullo stesso tema, dislocati in aree geografiche nazionali diverse. Si comincia dal Sud e si comincia da Caserta. Gli altri tre sono a Recanati, a Vercelli e a Trapani.
L’iniziativa è quindi dell’Adoi, il cui presidente è Antonio Cristaudo. Il coordinatore scientifico dei quattro corsi è Stefano Simonetti. Il comitato scientifico è formato dai quattro responsabili dei singoli eventi: Enzo Battarra per Caserta, Massimo Gattoni per Vercelli, Marco Simonacci per Recanati e Leonardo Zichichi per Trapani.
“Questo è il secondo anno che l’Adoi organizza un corso sulle patologie tumorali cutanee dislocandolo in più sedi territoriali”, spiega Enzo Battarra, vicepresidente nazionale dei dermatologi ospedalieri. “Il primo tema è stato il melanoma, neoplasia maligna in rapido e continuo aumento. Ma le altre patologie oncologiche cutanee, anche se percentualmente meno aggressive, sono quelle però più diffuse. Ed è un fenomeno che in provincia di Caserta si avverte particolarmente, perché questa è un’area ben soleggiata. I lavoratori outdoor, all’aperto, come contadini e muratori ma anche altre categorie, vengono colpiti costantemente dai raggi ultravioletti, che sono la causa facilitante l’insorgere del tumore. A questi vanno aggiunti i bagnanti dei mesi estivi e gli amanti della tintarella artificiale”.

Previous MERCEDES BENZ: RICHIAMO DA OTTOCENTOQUARANTAMILA VEICOLI PER AIRBAG DIFETTOSI
Next TENUTA FONTANA, IL VINO UFFICIALE DI CASA SANREMO

L'autore

Può piacerti anche

Approfondimenti

Basta Ferragosto in spiaggia. Quest’anno 450mila in agriturismo, +7% rispetto al 2018

Il giorno di Ferragosto è tradizionalmente dedicato alle gite fuori porta con lauti pranzi al sacco e, data la calura stagionale, a rinfrescanti bagni in acque marine, fluviali o lacustri.

Approfondimenti

L’invasione delle “Ultra-Mandorle” nell’area Vesuviana

Negli anni ottanta l’area Vesuviana visse un momento di elevata prosperita’ ….potendo fruire di una straordinaria risorsa operativa ( il mondo della confezione di capi di abbigliamento ) . Intorno

Approfondimenti

I MITI DI NAPOLI : LA LEGGENDA DI SAN MARTINO

L’11 novembre, il giorno dedicato a San Martino, è ricco di tradizioni popolari ed usanze. Viene definito “Estate di San Martino” perché, anche se in autunno inoltrato, le temperature sono

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi