OGGI SI VOTA:MEGLIO IL BENE CHE RINCORRERE L’OTTIMO.L’ITALIA NON PUO’ PIU’ STARE FERMA.

Il 4 dicembre,dalle 7,00 alle 23,00 gli italiani decideranno il loro futuro. Dopo tangentopoli, la fine della guerra fredda, la caduta del muro di Berlino e dei partiti storici nati alla fine dell’Ottocento, siamo rimasti paralizzati. Da molti anni i politici di tutti gli schieramenti promettono la stessa cosa: ridurre il numero dei parlamentari, abbattere i costi della politica, eliminare gli enti inutili, semplificare i rapporti tra Stato e Regioni, superare il bicameralismo paritario tra Camera e Senato che fanno la stessa cosa. Lo hanno promesso tutti, ma adesso che il Parlmento ha votato sei volte  questa riforma, alcuni hanno cambiato idea, per ripicca,per rancore, per far cadere Renzi e il suo governo. Molti cercano di cambiare l’argomento di questa consultazione. Dicono che si tratta di un referendum sul Governo o sulla legge elettorale. Ho deciso di votare SI perchè sono stanco dell’immobilità cadaverica del nostro Paese, dei riformatori parolai falliti e dei populisti incazzati. La riforma è sicuramente un’occasione per rendere più efficiente la politica. La Riforma riguarda solo la seconda parte della Costituzione. Una Costituzione bella e “santa” nella prima parte,che spesso ci dimentichiamo di applicare,ma farraginosa e inadeguata nel funzionamento dello Stato nella seconda parte. L’eccesso di burocrazia è sicuramente un male per l’Italia. Il rischio concreto e ridicolo è che con la vittoira del No si ricominci a dire,per altri quarant’anni,che occorre mettere mano alla riforma della Costituzione.

L’efficienza del sistema politico è un diritto dei cittadini.L’Italia non può più stare ferma. Il SI è la speranza,il No è la conservazione e la paura. Meglio “il bene” subito che rincorrere sempre “l’ottimo”!

Previous NAVIGARE PER INTERNET,STARE SU FACEBOOK,COMPORTA MOLTEPLICI VANTAGGI,MA PERDIAMO QUATTRO CAPACITA'!
Next NATALE SOLIDALE :FESTA DELLA SOLIDARIETA' A MONTERUSCIELLO.

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

ANTONIO MARCIANO: NAPOLI AL PRIMO POSTO

Antonio Marciano è nato a Napoli nell’aprile del 1971 nel quartiere di Barra. Appassionato di politica sin dai tempi del liceo, partecipa alla costruzione dell’associazione studentesca napoletana contro la Camorra.

ultimissime

Papa: uccidere in nome di Dio è satanico

“I cristiani che oggi soffrono, sia nel carcere o con la morte o con le torture per non rinnegare Gesù Cristo fanno vedere la crudeltà di questa persecuzione. E questa

ultimissime

AVELLINO: LA STAZIONE RITORNA ALLA SUA NORAMLITA’ DOPO AVER RISCONTRATO LA PRESENZA DI BATTERI ENTEROCOCCHI

La stazione di Avellino, torna tranquilla dove nel tardo pomeriggio di ieri è stata sospesa l’erogazione dell’acqua nel centro storico e nelle zone adiacenti, in seguito alla presenza sopra la

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi