PADRE MAURIZIO PATRICIELLO SCRIVE AI FRATELLI CAMORRISTI CHE STANNO PENSANDO ALLA VENDETTA

AI FRATELLI CAMORRISTI CHE STANNO PENSANDO ALLA VENDETTA
Non cedere
Non lasciarti ingannare
Non correre a vendicar tuo padre
Lo sai
Se lo fai
Condanni a morte il tuo bambino.
Lo sai
Un giorno lo vedrai immerso nel suo sangue
Nel tuo sangue
Quel giorno piangerai
Ancora piangerai
Sempre piangerai
Quel giorno bestemmierai
Imprecherai
Andrai alla ricerca del killer
Ma che importa?
Che importa chi ha impugnato la pistola?
Lo so
La verità fa più male di una picconata in testa
Ti voglio bene, fratello camorrista
Voglio bene a te
Ma soprattutto al tuo bambino
E ai bambini che da esso nasceranno
Odio, però, la strada che percorri
Con tutte le mie forze
Voglio vederti libero
Non cedere
Rinuncia alla vendetta
È una catena maledetta
Questa guerra che sta insozzando Napoli
Questo puzzo di morte
Che ruba il respiro
Non cedere
Fermati
Salva il tuo bambino
Non firmare la sua fine
Non avere in odio la sua vita
Amalo
La vendetta chiama la vendetta.
Se corri ad ammazzare
Costringi il tuo nemico ad ammazzare
E lui ucciderà tuo figlio
Fermati
Disarma le sue mani
Lo puoi fare
Fallo
E tuo figlio vivrà
Salvalo
Oggi
Domai sarà tardi
Padre Maurizio Patriciello.

Previous A TERZIGNO MONITORAGGIO EPIDEMIOLOGICO E DI SCREENING DELLA POPOLAZIONE.IL MINISTERO DICE SI.
Next Benevento, maxi rivolta nel carcere minorile di Airola: feriti due agenti

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

Renzi, 3 mila comitati Sì a referendum

I segnali di queste settimane sono davvero buoni. Il comitato del Sì, a differenza di chi dice No, ha raggiunto le firme necessarie alla presentazione in Cassazione (ne servivano mezzo

Qui ed ora

VINCENZO DE LUCA PRONTO AL RICORSO CONTRO LA SEVERINO

La vicenda di Vincenzo De Luca, neogovernatore eletto in Campania, continua a essere al centro della scena politica e mediatica italiana. L’ex sindaco di Salerno alle scorse elezioni regionali ha

Qui ed ora

Perché “Noi insieme“ per cambiare la Regione

Nel corso di un incontro tra le forze civiche di sinistra (SEL, SIM, PDCI, PRC, Partito per il Lavoro, Associazione Ricostruzione Democratica) e il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris,

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi