PADRE PATRICIELLO:”CARO RENZI E DE LUCA TERRA DEI FUOCHI NON SONO SOLO LE ECOBALLE DI GIUGLIANO.”

A Matteo Renzi, pochi mesi fa, alla reggia di Caserta dissi: « Presidente, “ Terra dei fuochi” non sono solo le ecoballe di Giugliano. “ Terra dei fuochi” è causata anche dai veleni che sono arrivati dalle regioni del Nord, compresa la tua». Il Presidente annuì. Abbassò lo sguardo e disse: « Lo so, le concerie …». Rivolto, poi, a Vincenzo De Luca, aggiunsi: « Presidente, “ Terra dei fuochi” è anche il risultato delle nostre industrie che lavorano in regime di evasione fiscale. Gli scarti di qualsiasi cosa prodotta in nero, necessitano di essere smaltiti in nero. Questo ormai lo sanno tutti». De Luca pose l’ accento sulla disoccupazione che in Campania è endemica. E che porterebbe ad arrangiarsi. A lavorare in nero. Il problema, quindi, appare insormontabile. « Noi non vogliamo aggiungere disoccupazione a disoccupazione. Vogliamo però che di lavoro nessuno abbia più a morire. A cominciare dai poveri operai. Occorre fare qualcosa. Andare incontro a questi fratelli. Aiutarli a mettersi in regola. Occorre pretendere la tracciabilità di tutto ciò che viene prodotto in Campania» risposi. Con me quel giorno c’erano il dottor Antonio Marfella, l’ avvocato Valentina Centonze e il professor Stefano Tonziello.

Padre Maurizio Patriciello.

Previous Fiera di Sant’Egidio, è un successo di pubblico
Next BATTESIMO PER IL PROGRAMMA GLOBULI AZZURRI DIRETTO DA SAMUELE CIAMBRIELLO .

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

L’AUMENTO DEI MIGRANTI METTE IN CRISI L’ECONOMIA SVEDESE

L’ economia svedese va a gonfie vele ma l´altissimo numero di migranti accolti pesa sul welfare e lo mette in un certo modo a rischio, aprendo un problema sistemico. Perché

Economia e Welfare

INFLAZIONE: SALE IL PREZZO DEGLI AGRUMI, COME LE ARANCE, E ANCHE QUELLO DEI VOLI AEREI

Salti di oltre il 15% per agrumi e biglietti aerei si ‘nascondono’ dietro un’inflazione ‘light’, che ha chiuso il 2017 all’1,2%. L’inflazione, nel 2017, è stata dell’1,2%. Lo ha certificato l’Istat lo

Economia e Welfare

INFEZIONI OSPEDALIERE :7000 MORTI ALL’ANNO

Decontaminazione non corretta e utilizzo eccessivo di antibiotici alla basa delle infezioni ospedaliere che mietono più morti di quanto ne provochino gli incidenti stradali. Sono 7000 ogni anno i decessi

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi