Pagano (Pd): Caro Giorgio, con l’amicizia di sempre (vera e certificata non millantata come altri a Napoli e dintorni), stavolta ti dico No, non sono d’accordo con te. Si dia la parola agli italiani

In queste ore diversi amici giornalisti mi chiedono per chi mi schiero fra Renzi e Giorgio Napolitano. Com’è noto Giorgio è stato ed è un Maestro, un amico carissimo, un grande punto di riferimento. Politico, personale, morale. Questa legislatura è nata da una clamorosa non vittoria del PD, dall’affossamento della candidatura Prodi al Quirinale (D’Alema potrebbe dire due parole sui 101…), dalla conseguente processione per chiedere a Giorgio di restare ancora al Quirinale. Si doveva fare la riforma della legge elettorale e, ancor di più, quella costituzionale. L’una è uscita emendata dalla sentenza della Consulta l’altra è stata respinta da un referendum che lo stesso Renzi ha voluto, perduto, e che ha spinto Matteo a dimettersi.
Poche storie. La legislatura è finita il 4 Dicembre. Adesso c’è un margine, temporale e politico, per rendere omogenei i sistemi elettorali di Camera e Senato. L’ipocrisia di alcuni è insopportabile.
Tirarla alle lunghe, parliamoci chiaro, non va in alcuna direzione se non a cuocere Renzi a fuoco lento.
Volere è potere. Si poteva fare, diceva D’Alema una buona riforma costituzionale in pochi mesi, a maggior ragione si può fare una riforma elettorale in ancora minor tempo.
La legislatura è finita. Si voti a Giugno.
Caro Giorgio, con l’amicizia di sempre (vera e certificata non millantata come altri a Napoli e dintorni), stavolta ti dico No, non sono d’accordo con te. Si dia la parola agli italiani. E si accetti, serenamente, il responso delle urne.

GRAZIELLA PAGANO

Previous LA RAGGI E QUELLA DIRIGENZA GRILLINA ROMANA CHE RICORDA I PEGGIORI PARTITI
Next Napoli, ferito 58enne vicino alla stazione

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

Il Garante Ciambriello in visita al padiglione dei detenuti presso il Cardarelli denuncia ritardi e inadempienze.

Il Garante campano delle persone private della libertà personale Samuele Ciambriello si è recato oggi in visita al padiglionre Palermo presso l’ospedale Cardarelli di Napoli dove sono ricoverati-rinchiusi 12 detenuti

Officina delle idee

Il neo della maggioranza in Regione Campania? I Trasporti

«L’unico neo che ha questa maggioranza è proprio quella dei trasporti. Ancora oggi non abbiamo sopperito alle carenze ed alle priorità in questo settore perché, come nella sanità, abbiamo dovuto

ultimissime

Governo in Crisi. Sergio Mattarella ascolta Grasso e Boldrini.

Come far quadrare il cerchio alla svelta. E mettere una pietra sulla crisi di governo. Mattarella alla prova del fuoco. Il via vai delle consultazioni è partito ufficialmente ieri. Mentre

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi