Paolo VI e Romero, saranno santi in Vaticano il prossimo 14 ottobre

Papa Paolo VI e mons. Oscar Arnulfo Romero saranno canonizzati in Piazza San Pietro il prossimo 14 ottobre, nel corso del Sinodo dei vescovi dedicato ai giovani. Lo ha comunicato papa Francesco durante il Concistoro ordinario pubblico per alcune cause di canonizzazione, svoltosi oggi in Vaticano. Gli altri santi che verranno proclamati il 14 ottobre dal Papa sono i sacerdoti italiani Francesco Spinelli e Vincenzo Romano e le suore Maria Caterina Kasper, tedesca, e Nazaria Ignazia di Santa Teresa di Gesù, spagnola.Francesco ha parlato più volte di Paolo VI. Il 19 ottobre del 2014, in particolare, disse della sua gratitudine nei confronti “di questo grande Papa”. Parlò di Montini come di un “coraggioso cristiano”, un “instancabile apostolo” a cui tutta la Chiesa deve dire grazie. Fu il “timoniere del Concilio”, che portò la Chiesa incontro alla modernità,  un’azione necessaria ancora oggi.l destino di Paolo VI e di Romero fu legato proprio dalle calunnie. Papa Montini dovette confrontarsi coi detrattori di Romero. A Roma arrivavano maldicenze a non finire. La tesi di una parte dell’episcopato salvadoregno era che Romero fosse “eterodosso, insano di mente, malato psichico in forma grave e fosse plagiato dai suoi consigliere, specialmente dai gesuiti”.

Previous Il CAPPELLANO DI POGGIOREALE DON FRANCO ESPOSITO: “LE IENE UNO SPETTACOLO INDEGNO DELLA VERA INFORMAZIONE”.
Next Presentazione del Nuovo Libro di Ciambriello e Ventura "Caro Prof ti Scrivo , Gli adolescenti scrivono al docente di religione ". Le Parole del Garante dei Detenuti Samuele Ciambriello :"Il Professore è l'educatore che tira fuori il Meglio da ogni Alunno ! Solo la Persona Coraggiosa è Capace di Raggiungere i Propri Sogni "

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

NAPOLI: UN MIGRANTE DEL GAMBIA, ARRESTATO, DOVEVA LANCIARSI SULLA FOLLA CREANDO MORTE IN NOME DI ALLAH

Un migrante del Gambia è stato preso  a Napoli nel corso di un’operazione antiterrorismo portata avanti  da polizia e carabinieri. A quanto si è appreso dalle indagini coordinate dalla Procura

Qui ed ora

M5S, ancora linea dura sui dissidenti: espulse le deputate Giannone e Vizzini.

Dopo il caso Nugnes, due altre parlamentari cacciate dal gruppo. Stavolta alla Camera. A farne le spese sono la pugliese Veronica Giannone e la collega siciliana Gloria Vizzini. Non avevano

Qui ed ora

Alfano rassicura la Campania: «Il consiglio regionale non sarà sciolto»

La questione di Vincenzo De Luca è ormai nota ai più. Sul neogoveranatore Campano pende la possibile sospensione dettata dall’applicazione della Legge Serverino, per l’accusa di abuso d’ufficio. Dopo che

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi