PAPA FRANCESCO A NAPOLI IL 21 GIUGNO

Papa Francesco sarà il prossimo 21 giugno a Napoli. Lo hanno annunciato, nel corso di un incontro con i giornalisti, il cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe, ed il gesuita padre Pino Di Luccio, vice preside della sezione San Luigi della Facoltà Teologica dove il Papa si recherà. Il 20 e 21 giugno, in particolare, la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia meridionale – sezione San Luigi – di Napoli promuove un incontro sul tema ‘La teologia dopo ‘Veritatis Gaudium’ nel contesto del Mediterraneo. Papa Francesco sarà presente alla seconda giornata dei lavori. L’atterraggio dell’elicottero a Napoli è previsto per le 9. Il Santo Padre raggiungerà in auto la Pontificia Facoltà in via Petrarca, 115 dove sarà accolto dalle autorità religiose. La seduta pubblica dell’incontro si svolgerà sul piazzale antistante la Facoltà. Seguiranno gli interventi e la relazione conclusiva.

Previous Accademia Magna Graecia, in collaborazione con il Nuovo Teatro Sancarluccio presenta “…Mi chiamano Mimì”
Next M5S, Cammarano: “Agricoltura, danno di 300 milioni per i ritardi della Regione”

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

CAMPANIA, DE LUCA E DELRIO IN ALTA IRPINIA PER ABBATTERE L’ULTIMO DIAFRAMMA DELLA GALLERIA “PAVONCELLI BIS”, UN’OPERA GIGANTESCA CHE SI AVVIA ALLA CONCLUSIONE NEL SETTORE DELLE RISORSE IDRICHE

“Stamane in Alta Irpinia abbiamo abbattuto l’ultimo diaframma della galleria “Pavoncelli bis”.Sono molto soddisfatto perché si tratta di un’opera gigantesca che si avvia alla conclusione in un settore strategico come

Qui ed ora

Mugnano, ucciso un commerciante di prodotti ittici. La città sconvolta.

La notte del 16 Febbraio, intorno alle ore 20, a Mugnano, nella provincia di Napoli, si è consumato l’omicidio di Giovanni Pisanese, uomo di 63 anni che vendeva prodotti ittici.

Qui ed ora

A Benevento e provincia, dopo la tremenda alluvione, si contano i danni

Dopo la tremenda alluvione di martedì notte, a Benecento e provincia si fa la conta dei danni. Intere famiglie hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni, perché completamente invase dall’acqua. Aziende agricole

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi