PAPA: ” OGGI MENTRE SUL MONDO SOFFIANO VENTI DI GUERRA, IL NATALE CI RICHIAMA AL SEGNO DEL BAMBINO E A RICONOSCERLO NEI VOLTI DEI BAMBINI, DI QUELLI PER I QUALI NON C’E’ POSTO NELL’ALLOGGIO”

Il Papa nel suo messaggio di Natale, letto dalla loggia delle benedizioni della basilica di San Pietro : “Oggi, mentre sul mondo soffiano venti di guerra e un modello di sviluppo ormai superato continua a produrre degrado umano, sociale e ambientale, il Natale, ci richiama al segno del Bambino, e a riconoscerlo nei volti dei bambini, specialmente di quelli per i quali, come per Gesù, ‘non c’è posto nell’alloggio'”. 

Il Papa, nel suo messaggio, prega per Gerusalemme e Terrasanta “perché tra le parti prevalga la volontà di riprendere il dialogo e si possa finalmente giungere a una soluzione negoziata che consenta la pacifica coesistenza di due Stati all’interno di confini concordati tra loro e internazionalmente riconosciuti” e prega per “lo sforzo di quanti nella Comunità internazionale sono animati dalla buona volontà”.   Il papa Francesco nel messaggio Urbi et Orbi , continuando dichiara: “Vediamo Gesù  nei bambini del Medio Oriente, che continuano a soffrire per l’acuirsi delle tensioni tra Israeliani e Palestinesi. In questo giorno di festa invochiamo dal Signore la pace per Gerusalemme e per tutta la Terra Santa; preghiamo perché tra le parti prevalga la volontà di riprendere il dialogo e si possa finalmente giungere a una soluzione negoziata che consenta la pacifica coesistenza di due Stati all’interno di confini concordati tra loro e internazionalmente riconosciuti. Il Signore sostenga anche lo sforzo di quanti nella Comunità internazionale sono animati dalla buona volontà di aiutare quella martoriata terra a trovare, nonostante i gravi ostacoli, la concordia, la giustizia e la sicurezza che da lungo tempo attende. Vediamo Gesù nei bambini i cui genitori non hanno un lavoro e faticano a offrire ai figli un avvenire sicuro e sereno. E in quelli a cui è stata rubata l’infanzia, obbligati a lavorare fin da piccoli o arruolati come soldati da mercenari senza scrupoli. Vediamo Gesù nei molti bambini costretti a lasciare i propri Paesi, a viaggiare da soli in condizioni disumane, facile preda dei trafficanti di esseri umani“.  In conclusione il Papa dice: “Rivedo Gesù nei bambini che ho incontrato durante il mio ultimo viaggio in Myanmar e Bangladesh, e auspico che la Comunità internazionale non cessi di adoperarsi perché la dignità delle minoranze presenti nella Regione sia adeguatamente tutelata”

Previous ROMA: IN PROGRAMMA LA SETTIMA EDIZIONE DELL'ATLETICOM "WE RUN ROME"
Next ANDREA ORLANDO:"BUONE NOTIZIE PER UNA GIUSTIZIA CHE TORNA AD INVESTIRE SULLE RISORSE UMANE."

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

QUESTIONE VACCINI, IL CONSIGLIO DI STATO:” GIA’ A DECORRERE DALL’ANNO SCOLASTICO IN CORSO, TROVA APPLICAZIONE LA REGOLA SECONDO CUI, PER ACCEDERE AI SERVIZI EDUCATIVI OCCORRE PRESENTARE DOCUMENTAZIONE CHE PROVI L’AVVENUTA VACCINAZIONE”

“Già a decorrere dall’anno scolastico in corso, trova applicazione la regola secondo cui, per accedere ai servizi educativi per l’infanzia e alle scuole dell’infanzia, occorre presentare la documentazione che provi

ultimissime

PADRE PATRICIELLO:”VI VOGLIO PARLARE DELLA POLITICA COME FORMA DI CARITA’,DI LOTTE E SOPRUSI.”

di padre Maurizio Patriciello FIOR DI FARABUTTI “ La politica è la più alta forma di carità”. Parola di Paolo VI. Ingenuo papa Montini? Per niente. Naturalmente occorre chiarire che

ultimissime

Incendio campo rom a Scampia e trasferimento della comunità rom a Miano.A.Cesaro: “de Magistris dimentica che la priorità è difendere cittadini “. De Magistris:”Non ci interessano baraccopoli nè tendopoli.”

Il Consiglio comunale del capoluogo campano ha visto protagonista la discussione sul al trasferimento a Miano dei Rom dal campo andato in fiamme a Scampia alla fine di agosto: “Non

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi