PARIOTA:” IL DOVERE CIVICO DI VOTARE. LA DEMOCRAZIA SI NUTRE DELLA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI.”

Questa campagna elettorale non ha brillato per ricchezza di contenuti e neppure per acume programmatico. Poche idee e vacui proclami rischiano di allontanare una parte consistente dell’elettorato.
Se ciò accadesse sarebbe un momento triste per la nostra democrazia. La quale si nutre della partecipazione attiva del corpo sociale. Il disinteresse, figlio della distanza siderale tra i palazzi della politica e la gente comune, è un’insidia ben presente.
Tuttavia l’andare a votare non rappresenta soltanto un dovere civico, ma soprattutto il pieno dispiegamento di quella libertà in nome della quale la Storia annovera milioni di morti. Ricordiamolo ai nostri giovani, ai nuovi 18enni che per la prima volta sono chiamati alle urne.
Ricordiamo loro l’importanza di questo diritto costituzionalmente garantito. Facciamo capire ai neo-maggiorenni che astenersi non equivale a protestare, bensì ad abdicare.

Facciamo comprendere ai nostri ragazzi che – come cantava l’indimenticato Giorgio Gaber – “la libertà non è solo opinione; la libertà è partecipazione”.

Previous MOTO GP , MARQUEZ :"SONO CONTENTO DELLA NOSTRA PRE-STAGIONE.DOBBIAMO FARCI TROVARE PRONTI PER LA PRIMA GARA "
Next NAPOLI: SEQUESTRATI OLTRE 1.700 CHILI DI SIGARETTE DI CONTRABBANDO

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

ALLENATORE SPAGNOLO ESONERATO PERCHE’ LA SUA SQUADRA INFLIGGE UN RISULTATO UMILIANTE AGLI AVESSARI!

Molte volte capita che un allenatore venga esonerato da una società calcistica per via dei scarsi risultati della squadra sotto la gestione di quest’ultimo oppure perché lo stesso nell’arco di

Officina delle idee

NAPOLI VELATA ARRIVA IN PIZZERIA: IL 24 GENNAIO LA PRESENTAZIONE AL TRIANON

Torna il fortunato format “Pizziamoci un libro”, l’appuntamento nato dalla partnership tra la Pizzeria Trianon e la Rogiosi Editore. Il  24 gennaio alle ore 20  nella storica pizzeria di Via

Officina delle idee

Ricordi d’infanzia: “Ringrazio mamma e papà per avermi permesso di andare in colonia”

In passato tantissimo bambini in Italia hanno conosciuto il mare e la montagna grazie a queste strutture, nate nell’Ottocento ma che sopravvivono ancora oggi con nome di Campus. Abbiamo raccolto

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi