PARIOTA:”RIPESCAGGIO DELL’ITALIA AI DANNI DELLE FURIE ROSSE? SIAMO SERI!”

Siamo seri, non se ne può più di questa storia del possibile ripescaggio della nazionale italiana ai prossimi mondiali di calcio in Russia. Qualche settimana fa era stata adombrata la possibile esclusione del Perù a causa di una norma interna, ora si parla di un possibile forfait delle “furie rosse” spagnole per presunte ingerenze del governo iberico su questioni segnalate dalla FIFA.
Vere o false queste notizie, a noi cosa importa? I nostri sono stati eliminati sul campo, ai playoff, dalla modestissima compagine svedese. Questo conta più delle chiacchiere e dei cavilli giuridici. Che senso avrebbe rientrare dalla finestra dopo essere stati sbattuti fuori dalla porta principale? Meglio concentrarsi a rifondare il nostro calcio, magari reinserendo il limite di tre stranieri per squadra e rinforzando i vivai a livello nazionale.
Sappiamo tutti che il più bel gioco del mondo è diventato un grande circo dove gli interessi economici si antepongono ad ogni altro valore. Ma al punto in cui siamo è bene ripartire con spirito autenticamente riformatore. Salutiamo questa caduta come una pausa salutare anziché come una tragedia nazionale. Ci farà bene quando ci accomoderemo sul divano a guardare in TV il Mondiale. Quello degli altri.

Previous PICARONE (PD): “ SONO STATI SALVAGUARDATI DEGLI INTERVENTI RITENUTI SOCIALMENTE PRIORITARI”
Next Francesco Cocco torna con il suo immancabile “Concerto di Natale”

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

Scorie nucleari, verso il Deposito unico nazionale

Per ben due volte negli ultimi trent’anni l’Italia ha detto “NO” all’energia nucleare: la prima con il referendum del 1987 e la seconda con quello del 2011. In questi 24

Officina delle idee

GLOBULI AZZURRI : NAPOLI , CORAGGIO E DIGNITA’ CONTRO I TURCHI,IN UN AMBIENTE EFFERVESCENTE.

  Nuovo appuntamento con Globuli Azzurri, trasmissione televisiva condotta da Samuele Ciambriello e Mary D’Onofrio, in diretta sulle frequenze di JulieItalia(canale 19 del digitale terrestre) e SKY 819,in onda ogni

Officina delle idee

NAPOLI: L’IMMENSITA’ DELL’ALBERGO DEI POVERI, PALAZZO ILLUMINISTA CHE OSPITAVA I DIMENTICATI, GLI ORFANI, ED I POVERI INSERENDOLI NELLA SOCIETA’

Nel 1751 Carlo III di Borbone volle ospitare in un’ unica grande struttura tutti i poveri, gli orfani e i mendicanti del regno perchè  chi aveva servito la Patria aveva diritto ad

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi