Pasqua, Gdf sequestra 1,8 mln prodotti

Circa un milione e ottocentomila articoli pasquali, non sicuri, sono stati sequestrati a Cicciano (Napoli), dalla Guardi di finanza del comando di Nola. In particolare, le fiamme gialle, nel corso di attività di controllo sul territorio, hanno trovato esposti e pronti per la vendita, in un negozio gestito da un cinese, gli articoli difformi alla normativa, prevalentemente articoli ed accessori per le festività pasquali e decorazioni ed accessori per la casa. Il titolare del negozio è stato segnalato alla Camera di commercio, industria ed artigianato per la violazione delle disposizioni del codice di consumo, e gli articoli sono stati sottoposti a sequestro. Quello di oggi, è solo l’ultimo dei sequestri effettuati dalla Guardia di finanza di Nola, che da inizio del 2019, hanno sottoposto a sequestro oltre 7 milioni di articoli privi di certificazione di conformità, e segnalato alle autorità competenti tre persone

FONTE ANSA

Previous Conferenza stampa di presentazione della XXI edizione di PulciNellaMente
Next NAPOLI -ATALANTA :1-2. GLI AZZURRI SPRECANO E VENGONO PUNITI !

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

La Presidenza provinciale delle Acli, in collaborazione con l’UNITRE Caserta, promuove un incontro informativo e di approfondimento sui contenuti della legge costituzionale,

Il prossimo autunno si voterà per un referendum costituzionale, all’esito del quale gli elettori decideranno se confermare o respingere le riforme contenute nella Legge costituzionale d’iniziativa del Governo, approvata dal

Economia e Welfare

ISTAT , COMMERCIO : LE VENDITE CRESCONO SOLO NELLA GRANDE DISTRIBUZIONE

Ad agosto 2017 le vendite al dettaglio vedono un nuovo calo dopo quello di luglio.E’ quello che afferma l’Istat che registra una riduzione dello 0,3% in valore e dello 0,4% in

Economia e Welfare

AGROALIMENTARE, D’AMELIO: “PROGETTO SEEDS È OPPORTUNITÀ PER CHI VUOLE SPECIALIZZARSI E IMPARARE LE LINGUE”

“Il Progetto Erasmus plus è molto interessante per i giovani che hanno frequentato le scuole professionali e che hanno conseguito il diploma: in cento avranno la possibilità di studiare all’estero

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi