Pavia, esame per tumore da fare entro 72 ore ma non cʼè posto in alcun ospedale

“Non c’è posto”. Così un uomo originario del Pavese, a cui i medici avevano prescritto una “Pet” entro 72 ore per decidere se operarlo per un tumore, si è sentitito rispondere da diversi ospedali pubblici. Nessun centro riusciva a garantire questo esame e alla fine la famiglia, non potendo e non volendo più aspettare, si è rivolta a una struttura pubblica privata, cioè a pagamento.

La scelta di andare da un privato “non tutti possono permettersela”, ricorda un familiare alla “Provincia pavese”. Quando la famiglia ha contattato altri centri della regione, la disponibilità era di 15 giorni, sempre troppi per chi aveva bisogno di un esame in tempi brevi. Con la Pet i medici riescono a confermare una diagnosi di tumore, verificando la presenza di metastasi o una eventuale diminuzione della massa tumorale.

Previous RaiPlay: Salini, Fiorello show dal vivo.
Next Il ritorno di Fabio Fazio, il flop che tutti si augurano

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

De Magistris: «Il Premier ha tradito Napoli». Delrio: «No alle strumentalizzazioni, per noi Napoli prima di tutto»

Il Sindaco Luigi De Magistris nella giornata di ieri ha scritto una lunga lettera al Premier, Matteo Renzi. Lettera in cui ha dichiarato di rimuovere la firma dagli impegni presi

Qui ed ora

Rifiuti, accordo De Luca con Regione per le bonifiche siti inquinati per 110 mln

La Regione Campania ha firmato un’intesa per l’affidamento a Invitalia di bonifiche di dieci siti della Regione con investimenti previsti nel Patto per la Campania da 110,91 milioni di euro.

Qui ed ora

MACRON :”CON L’ITALIA ANDIAMO AVANTI “

“C’è stato un malinteso, ci sono state alcune affermazioni eccessive, ma queste peripezie non sono gravi, bisogna andare oltre. E’ questo di cui ho parlato con il presidente Mattarella, e

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi