PIZZA NOLIMITS: FESTA DI FINE CORSO PER I PIZZAIOLI DOWN

 

Un evento pubblico che vedrà protagonisti gli scolari che hanno imparato a fare la pizza e che la faranno assaggiare, gratuitamente, a tutti. Si svolgerà così, martedì 26 maggio, la giornata conclusiva di un laboratorio piuttosto articolato. Il corso rivolto a tredici partecipanti con la sindrome di Down, è durato sei mesi, suddiviso in ventiquattro incontri di due ore mezza, una volta la settimana. Il laboratorio ha avuto inizio martedì 13 gennaio ed è stato strutturato in tre fasi: valutazione del livello di preparazione; formazione all’arte della pizza, verificare i risultati raggiunti.

Il progetto, che non si è avvalso di finanziamenti pubblici, “Pizza No Limits”, promosso dal maestro pizzaiolo Giuseppe Vesi, in collaborazione con le Associazioni Liberamente Insieme e Augurabile, è nato con il dichiarato obiettivo di formare delle figure professionali che possano poi realmente trovare spazio lavorativo. Sei mesi di corso per raggiungere lo scopo di una reale integrazione. Questa è la sfida a cui sono chiamati esperti e partecipanti, che si sono ritrovati in una vera pizzeria, a maneggiare gli ingredienti necessari per realizzare la pizza.

“La nostra sfida è ‘costringere’ la pizzeria a inserire nel menu una pizza che progetteranno i nostri ragazzi”, è la sfida nella sfida dei presidenti dei due sodalizi, Alberto Falco e Valentina Maisto, che affiancheranno i dodici corsisti. Un’esperienza coinvolgente ed emotivamente forte accolta con calore da partecipanti ed operatori già a partire dalla prima lezione.

Sullo sviluppo successivo del progetto ci sono tante idee, ancora top secret. Il martedì intanto, questo il giorno scelto per incontrarsi, il gruppetto di partecipanti si ritroverà ad imparare le tecniche dell’ “arte bianca”.

“PizzaNo Limits” è servito. Non resta che venire ad assaggiare.

Previous 24 Maggio: cent'anni fa l'ingresso in guerra dell'Italia
Next Il Napoletano, tra lingua, idioma, dialetto…

L'autore

Può piacerti anche

Economia e Welfare

“PASSAMI A PRENDERE IN CARCERE OGGI”, LE PAROLE DEL DETENUTO COSIMO REGA: “LA SALVEZZA PUO’ ESSERE RAPPRESENTATA DALLA FAMIGLIA. NEL CARCERE SI PARLA DI PASSATO E FUTURO”

” Il carcere è un male necessario, ma serve ad incattivire le persone che vi entrano perchè i malviventi sono delle persone fragili, e si ha paura di affrontare il

Economia e Welfare

“IL RITORNO DI MARY POPPINS” VINCE AL BOTTEGHINO IN ITALIA, E CHIUDE IL CAPODANNO 2018 COL BOTTO

In un mondo che oggi fa paura, fatto di dolori, incomprensioni, debiti pubblici alle stelle, crisi di ogni tipo che fanno smettere di sperare, il suo ritorno ha incassato sopratutto

Economia e Welfare

AFRICA MISSION:”ABBIAMO RISO PER UNA COSA SERIA: UN‘EDIZIONE CARICA DI NOVITA‘!”

Anche quest’anno, per il dodicesimo anno consecutivo, la nostra associazione aderisce alla campagna FOCSIV “Abbiamo RISO per una cosa seria – Campagna a sostegno dell’ agricoltura famigliare in Italia e

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi