Pizzuti e Zanotelli:”le discriminazioni sui Rom,anche sulle sepolture. Scherza con i vivi e lascia stare i morti.”

In merito a verifiche richieste sulle sepolture negli anni dei defunti di famiglie Rom nei c.d “campi nomadi” secondo le  nostre conoscenze ed esperienze si deve osservare:

è noto, in primo luogo,  per tradizione  il culto dei defunti da parte delle popolazioni  Rom, che raccoglie famiglie e conoscenti, ed accompagna il feretro nella cassa con oggetti  e talora denaro che possano sovvenire nel transito all’altra sponda secondo rituali evidenziati dalla letteratura classica.
In secondo luogo, per diretta esperienza, la regola culturale è che il corpo del defunto ritorni nella sua terra d’origine  per essere sepolto e onorato con rituali religiosi e culturali. Per l’osservanza di questa tradizione  le famiglie si sottopongono a spese non indifferenti per il ritorno nel paese di origine. In diverse occasioni sono stati in loco effettuati rituali religiosi  prima del viaggio.
In terzo luogo, quando non è possibile questo ritorno del feretro  nel paese di origine,  in qualche occasione abbiamo celebrato i rituali religiosi prima che il feretro venisse portato e sepolto nel cimitero di Secondigliano, dove altri defunti di famiglie Rom sono seppelliti per la  vicinanza con i loro familiari nel territorio.

Al di là di verifiche richieste agli organi competenti, è da denunciare un’opera di sistematica discriminazione di carattere strumentale nei confronti dei Rom da decenni insediati sul nostro territorio. Bisognerebbe preoccuparsi dei vivi e non dei morti, per una loro inclusione responsabile secondo quanto richiesto dalle strategie europee e nazionale di inclusione e non di eliminazione forzata con sgomberi che non sono la soluzione.

SCHERZA CON I VIVI E LASCIA STARE I MORTI
Domenico Pizzuti  Alex Zanotelli

 

Previous MELILLO E' IL NUOVO PROCURATORE DI NAPOLI, LA DECISIONE ARRIVA DOPO MESI DI DISCUSSIONE
Next CHAMPIONS LEAGUE , SFIDE D'ANDATA DEL TERZO TURNO PRELIMINARE : VITTORIE PER CSKA MOSCA E OLYMPIAKOS . PAREGGIO NEL BIG MATCH TRA NIZZA ED AJAX

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

L’EX MINISTRO FABRIZIO BARCA ANNUNCIA IL SUO SI:”ABBATTERE O INDEBOLIRE RENZI VUOL DIRE CREARE UN VUOTO CHE NON SARA’ CERTO LA SINISTRA A COLMARE.”

Dopo una complessa e motivata riflessione, Fabrizio Barca annuncia il suo Sì al referendum del 4 dicembre: nel suo blog per Huffington Post, l’ex ministro analizza pro e contro della

Officina delle idee

Torino-Napoli, Meret commenta a caldo: “Non va bene così, volevamo i tre punti.E’ un momento poco positivo. Ci puo’ stare nell’arco di un anno. Sappiamo che dobbiamo migliorare. Sappiamo che possiamo fare di più”

Alex Meret, portiere del Napoli, ha parlato a Sky Sport e in Mixed Zone dopo il pari col Torino. Ecco quanto evidenziato da “Linkabile”: “La parata su Ansaldi? Non era

Officina delle idee

STUDENTI MERITEVOLI PREMIATI DA EF CON SCONTI SUI PROGRAMMI DI FORMAZIONE E SCAMBI CULTURALI.

Punta ad aiutare i giovani nel migliorare la propria competitivà sul mercato del lavoro, in Italia ed all’estero, attraverso il perfezionamento delle cosiddette soft skills, come la conoscenza delle lingue

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi