POETANGO AL LONDON PARK, SERATA DI POESIA E MUSICA

Sempre impegnato a creare nuove opportunità culturali sul territorio, il Circolo Letterario Anastasiano di Giuseppe Vetromile ha in calendario un interessante evento artistico-letterario per il prossimo 2 settembre. Si svolgerà infatti nell’accogliente parco del Bar Birreria “London Park” di Via Grassi a Sant’Anastasia (Na), lo spettacolo “Poetango al London Park“, con in programma le performances artistiche di Rita Pacilio e di StudioDanza94, con le coreografie di StudioDanza94 di Carmen Pepe e la partecipazione dei poeti Natale Porritiello, Carlo Di Legge ed Eugenio Lucrezi. Il coordinamento e le presentazioni saranno a cura di Giuseppe Vetromile, organizzatore dell’evento.

Lo spettacolo dura circa 60 minuti. Le coreografie, la poesia, le scenografie, la musica si intersecano per animare l’atmosfera diventando un unico corpo poetico che, come metafora espressionistica e surreale, trattano i delicatissimi temi dell’emarginazione, della violenza sessuale, della diversità, della violenza verbale e psicologica, della prevaricazione mentale e fisica. Ecco perché anche le coreografie di Studio Danza 94 di Carmen Pepe diventano parole che vogliono sottolineare la “cultura del rispetto della persona”. Spettacolo nello spettacolo: “Quel grido raggrumato” di Rita Pacilio precede, per analoga matrice motivazionale, il “Taotango, una nuova esperienza di tango“, quest’ultima, una forma d’arte innovativa e metacomunicativa. Il tao tango si compone di abbracci, figure, avvicinamenti, affinità asessuata, baci assaporati, nudità dell’anima e del corpo. Una peculiarità che non risponde agli stereotipi tipici del tango, ma suggella l’ironia, la compenetrazione nell’altro, l’amore, miscela il ruolo della donna a quello dell’uomo, ne confonde il genere: Maschilefemminile, Femminilemaschile.

StudioDanza94 con sede operativa a San Giorgio del Sannio (Bn), da 21 anni opera sul territorio provinciale. Al centro di ogni sua disciplina, la danza come espressione sociale, la danza unita al teatro, la danza come linguaggio poetico e la ricerca di nuove forme di danza. La scuola concentra il proprio operato sullo studio della danza classica, avvalendosi di un team altamente qualificato. Rita Pacilio è autrice in poesia, scrittrice, collaboratrice editoriale, sociologa, mediatrice familiare. Si occupa di poesia, di critica letteraria, di metateatro, di letteratura per l’infanzia e di vocal jazz. Carlo Di Legge, nato a Salerno, attualmente vive a Nocera Inferiore. Ha pubblicato diversi testi di filosofia e di poesia; gli scritti brevi di filosofia sono sulla rivista Secondo tempo (Marcus Edizioni, Napoli). Eugenio Lucrezi, leccese, vive a Napoli, fa il medico e il giornalista. Ha pubblicato, oltre a plaquette e a libri d’artista, quattro libri di poesia e un romanzo. Musicista, suona nell’ensemble “Serpente nero blues band”. Già redattore della rivista internazionale di letteratura “Altri termini”, diretta da Franco Cavallo, è attualmente responsabile della rivista di poesia e arte “Levania”, che pubblica inediti di autori italiani e stranieri. Natale Porritiello nasce a Sant’Anastasia (NA), dove dopo alterne vicissitudini realizza una importante fabbrica per la lavorazione artistica del rame. Sin da giovanissimo ha coltivato l’amore per la poesia. Ha pubblicato diversi libri di poesie presentati nella bella cornice del Caffè Gambrinus di Napoli. Alcuni libri sono stati tradotti anche in inglese e tedesco.

Previous MATTARELLA A NAPOLI. TORNA ALLA CAPPELLA SAN SEVERO
Next PEPPE BARRA (1a PUNTATA)

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

IoCiSto: a Napoli la prima libreria ad azionariato popolare

Le grandi cose, si sa, spesso vengono fuori inaspettatamente. Ed ecco che, quasi per gioco, un giornalista napoletano provoca il popolo del web dopo la chiusura delle celebri librerie del

Cultura

LA SEMANTICA DELLA LIBERTA’ AL TEMPO DELLA BIOETICA

  Mercoledì 3 giugno Sala del Complesso dei SS. Marcellino e Festo (Napoli – Largo San Marcellino, 10) Alle 10 e 15 introduzione Emilia D’Antuono, Università di Napoli Federico II

Cultura

TORNA IL MOSES ROCK FEST AL PARCO DEI CAMALDOLI

Dopo lo strepitoso successo della prima edizione (che ha visto la partecipazione di oltre 2000 persone) anche quest’anno ritorna il MOSES ROCK FEST. Sabato 11 luglio l’atmosfera del Moses Village

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi