Polp, la Sagra del pomodoro San Marzano DOP

Appuntamento da venerdì 20 a domenica 22 luglio 2018 con la diciassettesima edizione di “Polp. Sagra del Pomodoro San Marzano Dop”, la kermesse gastronomica che si terrà presso i Giardini Pubblici di via Risorgimento a Striano, in provincia di Napoli.

Come spiegano gli organizzatori della Pro Loco di Striano: “Non abbiamo voluto cambiare nome alla sagra bensì arricchirla, donandole quel pizzico di freschezza che la rende intramontabile”.

Protagonista indiscusso delle tre serate sarà il sovrano dell’agro-nocerino sarnese il Pomodoro S. Marzano DOP fornito dall’azienda agricola Agriconserve Rega.

Nel corso della manifestazione si potranno gustare primi piatti – con la pasta trafilata in bronzo e lavorata a mano del pastificio “Le Gemme del Vesuvio” – tra cui spaghetti all’amatriciana, penne al filetto, paccheri con pomodoro S. Marzano Dop e baccalà; caprese con Pomodoro S. Marzano all’insalata e mozzarella di bufala del Caseificio Aurora, braciola di carne autoctona con sugo di Pomodoro S. Marzano Dop e melanzane a funghetto delle campagne di Striano e paesi limitrofi.

Previous LOTTA AGLI INCENDI, INTERROGAZIONE DEL M5S EUROPA ALLA UE PER CHIEDERE CHE LA CAMPANIA RAFFORZI LE MISURE DI PREVENZIONE
Next USURA : TRA STORIA ED ORIGINE

L'autore

Può piacerti anche

Officina delle idee

LA BUFALA SU IL SANNIO QUOTIDIANO

Nelle ultime settimane, l’attenzione di tutti, giornalisti e non, si è concentrata su il Sannio quotidiano. Ebbene si, perché secondo un articolo rimbalzato in rete nei giorni scorsi, il quotidiano

Officina delle idee

LEGALIZZARE LE DROGHE LEGGERE: PICCOLI PASSI VERSO UNA SOCIETA’ PIU’ TRASPARENTE..

Oggi si discute alla Camera,  il Ddl della liberalizzazione delle droghe leggere.  Il tema e’ di quelli probanti, dove ci si puo’ imbattere in comunicazioni tortuose e confusionarie, per dare una

Officina delle idee

I robot, come intelligenza artificiale, rifiutano la guerra attraverso un video

I robot dicono ‘no’ alla guerra e lo fanno in un video che racconta un futuro nel quale le macchine rifiutano  la violenza. Il video è prodotto dalle università britanniche

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi