Port’Alba: l’arte in vetrina

Port’Alba, la via dei libri. Crocevia di intellettuali, artisti, musicisti e turisti: il cuore del centro storico, della buona pizza e dell’ottimo caffè. Il luogo di culto per gli amanti della carta stampata, vetrina dei primi grandi eventi della città, non poteva non essere protagonista del mese dedicato al turismo culturale e lo fa miscelando il Maggio dei Libri con il Maggio dei Monumenti, dando vita ad un evento unico nel suo genere. Le vetrine delle storiche librerie di Port’Alba, infatti, hanno messo in piedi un’iniziativa davvero singolare.

 

“Otto artisti per otto librerie” è il titolo dell’evento organizzato dalle librerie Berisio, Ecolibri, l’Apostrofo, Langella, La Scolastica, G. Pacifico e Pironti in collaborazione con Associazione Arte e Artisti a Napoli, Galleria Vincent e Galleria Mediterranea.

Dall’1 al 31 maggio, le librerie che hanno aderito all’iniziativa aprono le porte, o meglio “le vetrine” all’arte, ospitando ognuna un’opera degli artisti Raffaele Lippi, Mario Vittorio, Sergio Fergola, Enrico Cajati, Salvatore Vitagliano, Paolo La Motta, Carla Viparelli e Antonella Migliaccio.

 

L’idea vuole riprendere “Struscio Artistico”, la manifestazione napoletana del 1995, promossa dall’Azienda di Soggiorno, Cura e Turismo e dall’Associazione Commercianti di Napoli.

Gli artisti – ha dichiarato il libraio Pasquale Langella – sono stati selezionati dalle Associazioni che hanno contribuito alla realizzazione di questo evento. Si tratta di un’iniziativa che abbiamo organizzato autonomamente, senza alcun sostegno istituzionale. E’ nostro obiettivo, organizzare un incontro con gli artisti viventi durante questo ciclo di esposizioni.

Dopo la chiusura della libreria Guida Port’Alba, che ha procurato una profonda cicatrice alla storica “Via dei libri”, c’è chi ancora crede nella diffusione della cultura e continua a dare vita a iniziative che fanno bene al territorio, all’intera città e alla salvaguardia dell’enorme patrimonio artistico-culturale spesso sottovalutato. Eventi del genere rappresentano un veicolo importante per il turismo culturale e sostenere ed incoraggiare nuove idee per la salvaguardia della cultura partenopea è fondamentale in un momento storico particolarmente difficile per questo settore.

 

 

Previous Il bilancio del governo Caldoro è fallimentare. Lavorerò affinchè Erasmo Mortaruolo venga eletto in consiglio regionale.
Next Da Pompei a Valencia: gli scavi archeologici per ricostruire la storia

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

Il cardinale Walter Kasper ospite a Sorrento per parlare di famiglia

“Famiglia: piccola cellula della società” è il titolo dell’evento promosso dal Comune di Sorrento, in programma venerdì 6 febbraio, alle ore 17, presso il teatro Tasso di Sorrento. Ospite d’onore

Cultura

Alessandro Iovino descrive la figura di Licio Gelli attraverso le pagine del suo nuovo libro

S’intitola “Licio Gelli. Il burattinaio d’Italia” il volume inchiesta dello scrittore e giornalista Alessandro Iovino pubblicato da Graus Editore. Obiettivo di questo libro è rispondere a una domanda che l’autore,

Cultura

“When I was young… on friday night!” : Mini rassegna punk – ska – rock.

Al First Floor Club cibo&sound in programma le tre band che hanno fatto la storia italiana del movimento rocksteady, mods e punk. Tre venerdì di seguito che vi faranno tornare

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi