PREMIO “FORTUNATO D’ORO” ASSEGNATO A RINO ZURZOLO E GIANLUCA PODIO.

Prosegue con successo il rapporto istituzionale tra l’Università degli Studi Giustino Fortunato di Benevento ed il Conservatorio di Musica Nicola Sala di Benevento.

L’Unifortunato, infatti,  ha aderito con convinzione all’edizione 2016 della Festa Europea della Musica a Benevento organizzata dal Conservatorio di Musica Nicola Sala, sicura della qualità dell’importante rassegna caratterizzata da grandi numeri: 300 esecutori, 50 concerti, 30 ore di musica, 10 location, che danno l’idea dell’impegno profuso per organizzare un evento artistico di tali caratteristiche.

Sabato sera  l’Unifortunato, in apertura di uno splendido concerto che si è tenuto in Piazza Roma a Benevento, dedicato alle melodie di Pino Daniele, ha assegnato il “Fortunato d’oro” a due pregevoli musicisti e docenti del Conservatorio di musica Nicola Sala di Benevento:

– Il Maestro Rino Zurzolo – docente della cattedra di contrabbasso, storico amico e musicista del compianto PINO DANIELE che ha accompagnato sin dall’inizio del suo percorso artistico.

– Il Maestro Gianluca Podio – compositore, arrangiatore, pianista, direttore d’orchestra, autore e docente presso il Conservatorio di Musica Nicola Sala di Benevento,

Dal 1997 ha fatto parte dei progetti legati artistici di Pino Daniele divenendo un punto fondamentale per le sue nuove composizioni .

Ricordiamo che il “FORTUNATO D’ORO”, ideato dall’Università degli Studi Giustino Fortunato,  viene assegnato ad esponenti del mondo della cultura, che operano in diversi campi sociali e che con la loro azione  abbiano  contribuito allo sviluppo e alla crescita del territorio su cui operano.

 

Previous NEL CARCERE DI SECONDIGLIANO SI INAUGURA LO "SPAZIO GIALLO" PROMOSSO DALL'ASSOCIAZIONE "BAMBINI SENZA SBARRE".
Next Dal mondo dello sport i manager di domani. Presentata a Ischia la piattaforma Champions Forever.

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

2017 , E’ L’ANNO DI MAGRITTE

Grandi mostre imperdibili, affascinanti spettacoli tecnologici, perfino una gigantesca bombetta di 5000 metri quadrati da visitare e una gustosa birra dalle caratteristiche ‘surrealiste’: sono alcune delle speciali iniziative pensate per

Cultura

Pompei non crolla…

Migliaia di turisti in fila, ieri, in attesa di visitare gli scavi archeologici più famosi al mondo. Accanto a loro, un’insolita catena di persone sta, pian piano, prendendo forma, espandendosi

Cultura

NAPOLI OSPITA UNA CONTAMINAZIONE TRA GLI SCAVI DI POMPEI E L’ARTE CONTEMPORANEA, NEGLI SPAZI ESPOSITIVI DEL MADRE- MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA DONNAREGINA

Una contaminazione tra gli Scavi di Pompei e l’Arte Contemporanea che dialogano negli spazi espositivi del primo e del terzo piano del MADRE – Museo di Arte Contemporanea Donnaregina di Napoli attraverso

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi