Presentazione del nuovo libro di Samuele Ciambriello: “Caro prof ti scrivo… Gli adolescenti scrivono al docente di religione”

Mercoledì 14 Novembre 2018 alle ore 16.00 presso il salone Nassiriya – Consiglio Regionale Centro Direzionale Isola F13 – Napoli, ci sarà la presentazione del libro “Caro prof ti scrivo… Gli adolescenti scrivono al docente di religione”, scritto da Samuele Ciambriello e Giuseppe Ventura, i quali saranno presenti all’evento.

Alla presentazione interverranno: il prof. Vincenzo Cappello, presidente AREC, la prof.ssa Paola Serra, liceo Durante (Frattamaggiore), l’On. Michele Viscardi, coordinamento Ex Parlamentari della Campania, il prof. Francesco Pisano, Itis Levi-Montalcini (Quarto), l’Avv. Carmine Iodice, V. Presidente AREC. Modererà l’incontro la giornalista Ilaria Urbani, mentre le conclusioni spetteranno a On. Antonio Marciano, Consigliere Questore.

Un foglio, una penna, una classe; degli alunni, un docente ed un blogger. Mettendo insieme questi elementi, si ottengono gli ingredienti ottimali di un’idea vincente: Samuele Ciambriello, docente di religione per quattro anni in diversi istituti dell’area metropolitana napoletana, (Arzano, Afragola e Napoli) chiede ai propri alunni di trasferire nero su bianco le proprie emozioni, discutendo temi vitali quali l’Amicizia, il Senso della Vita, la Musica, la Chiesa, la Felicità, il Futuro e permettendo così agli adolescenti di confrontarsi con i sogni, i pensieri, le paure, le incertezze tipici di un’età in cui la vita appare come “un magma incandescente da maneggiare con cura”. Solitamente i ragazzi di oggi considerano l’ora di religione “un’ora d’aria” dal susseguirsi incessante di compiti, interrogazioni, problemi; uno spazio vuoto in cui poter respirare un po’ di libertà. Ciambriello, anche docente universitario e scrittore, reiventa e colma questo spazio impiegando tecniche e strumenti di mediazione tanto semplici quanto insoliti, quali il tema in classe, attraverso cui affidare quelle che sono vere e proprie “confessioni”, ed affidarsi. Destreggiandosi con semplicità espressiva e spontaneità narrativa nei meandri delle parole, e della vita, questi giovani si improvvisano capitani di una nave che si muove con coraggio in un mare agitato, tra le onde del passato, del presente e del futuro, accompagnati nel viaggio da un docente entusiasta e dal giovane Giuseppe Ventura, che riflettono insieme sui giovani, per i giovani. Si tratta di un viaggio difficile ma affascinante, dal quale sarà interessante e piacevole farsi trasportare, come il profumo del lievito del pane, come qualcosa che sa di ricordi, che sa di buono.

Previous CHAMPIONS LEAGUE , RINVIATO L'UTILIZZO DELLA VAR ALLA PROSSIMA STAGIONE
Next Insediato l’Osservatorio per il patrimonio culturale immateriale campano

L'autore

Può piacerti anche

ultimissime

MARIANO D’ANTONIO:”UNA DISCUSSIONE VERA A SINISTRA, UN SOGGETTO POLITICO UNITARIO. DA DOVE RIPARTIRE. IL RUOLO DI CALENDA”

di Mariano D’Antonio Con la ripresa di settembre sta venendo in primo piano la riorganizzazione della politica di centro-sinistra, la nascita di un nuovo soggetto politico che raggruppi e coalizzi

ultimissime

CAMPANIA, IL VIAGGIO DI RENZI: ” INVESTIRE SU PAESTUM E’ INVESTIRE SUL FUTURO.CONOSCIAMO I PROBLEMI DEL SUD, MA L’ITALIA DEVE ESSERE QUESTO: UN MISTO DI BELLEZZA E INVESTIMENTI”

“Si impara più stando qualche ora in mezzo alla gente che in mesi di discussioni vecchio stile“,  così scrive  Matteo Renzi nel bel mezzo del suo tour in treno al

ultimissime

Barcellona, si registrano scontri al raduno dei separatisti

Pericolosi scontri tra agenti di polizia e indipendentisti si sono verificati nel centro di Barcellona dove i separatisti si erano radunati per protestare contro la marcia indetta dalle forze dell’ordine

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi