PRIMARIE PD.EMILIANO A NAPOLI:” L’UNICO CANDIDATO CHE PUO’ ESPRIMERE UN CAMBIAMENTO SONO IO.”

Un corno anti jella in ceramica di Capodimonte. E’ l’omaggio che i sostenitori napoletani di Michele Emiliano hanno fatto al candidato per le primarie del Pd la cui campagna elettorale è stata condizionata dall’infortunio al tendine d’Achille riportato ballando la tarantella.
Emiliano – a Napoli per un appuntamento elettorale – ha mostrato di gradire: “Renzi ha detto di avere un alibi, ma gli amici napoletani, che di queste cose se ne intendono, non si fidano e hanno voluto mettermi al sicuro con questo dono come si fa con le persone a cui si vuole bene.”

Il candidato alle primarie del PD del 30 aprile ha concluso con questo appello:

“Napoli è una grande capitale europea che ha bisogno di essere ascoltata a livello nazionale  non in cambio di subalternità, ma per la sua storia, il suo ruolo, per la dignità e la schiena dritta che ha sempre saputo tenere. Colgo l’occasione per salutare con affetto sia il sindaco che il presidente della Regione. Voglio invitare i napoletani a votare per me alle primarie del 30 aprile perché sono l’unico dei tre candidati a non aver mai fatto parte del governo Renzi e a non aver mai avuto parte nei disastri che sono stati combinati nei mille giorni di governo. L’unico candidato che può esprimere un cambiamento sono io”.

 

Previous I MITI DI NAPOLI : LA STORIA DELLA COLLINA DI PIZZOFALCONE , LA TERRAZZA PIU’ ANTICA DELLA CAMPANIA
Next Il momento della verità per la Quinta repubblica Nel primo turno delle presidenziali francesi si fronteggia una “quadriglia multipolare” di liberali e radicali. All’orizzonte il ritorno della coabitazione, in versione hard o soft, o la crisi di regime. L’analisi di Nicola Genga.

L'autore

Può piacerti anche

Qui ed ora

2 GIOVANI NAPOLETANI ACCOLTELLATI A META DI SORRENTO

Ancora un agguato di micro-criminalita’ in Campania, questa volta in un luogo di balneazione, molto conosciuto dai bagnanti, Meta di Sorrento. Due giovani ragazzi di 18 e 20 anni, napoletani

ultimissime

Il premier accusa il ministro di aver provocato “troppi strappi istituzionali”, sottolinea che sei Paesi “sono pronti ad accogliere i profughi” e avverte: “La politica non è potere ma responsabilità”

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte duro con Matteo Salvini sul tema migranti.  Ogni giorno sentiamo trattare di tale tema, quasi come se fosse l’unico vero “problema” dell’Italia.  Su Open Arms da parte di Matteo Salvini c’è

ultimissime

Ancelotti furioso, che botta e risposta con Rizzoli sul Var!

Gli arbitri aprono: in nome della trasparenza sono pronti a spiegare decisioni ed episodi e forse a diffondere gli audio fra sala Var e arbitro in campo. Ma chiedono in

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi